Lezioni ed esami regolari nonostante il Coronavirus, i numeri della Mediazione linguistica

Catia Caponecchi, direttore della Scuola: "Abbiamo fornito strumenti e assistenza ai nostri studenti: 540 esami sostenuti e lunedì inizia la sessione estiva"

La scuola per mediatori linguistici di Perugia non si è mai fermata a causa del Coronavirus, ma con la tecnologia e il web ha continuato a fornire didattica, test e valutazioni.

Mediazione Linguistica Perugia Catia Caponecchi-2“Da anni utilizziamo stabilmente il web e il digitale per le nostre attività, e quindi in questa situazione di emergenza abbiamo solo dovuto adeguare e integrare strumenti già collaudati - dice Catia Caponecchi, direttore della Scuola superiore per mediatori linguistici - In questo modo, senza lasciare indietro nessuno, siamo riusciti a non interremporere o rallentare le nostre attività”

Ed inizieràlunedì 18 maggio la sessione estiva di esami con colloqui e test a distanza, ovviamente, attraverso il web e gli strumenti digitali messi a disposizione degli studenti dall'Istituto perugino che, nonostante l'emergenza Coronavirus, è riuscito a non perdere nemmeno un giorno di didattica. “Da anni utilizziamo stabilmente il web e il digitale per le nostre attività – spiega Catia Caponecchi – e quindi in questa situazione di emergenza abbiamo solo dovuto adeguare e integrare strumenti già collaudati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interventi che hanno permesso lezioni ed esami, perché in aprile la sessione si è svolta regolarmente con 580 esami tenuti da 240 studenti. “Interpretariato, scambio contenuti, traduzione in simultanea: i nostri studenti non hanno subito alcun contraccolpo, anche perché abbiamo cercato di intervenire dando il nostro supporto a chi si fosse trovato in difficoltà – prosegue Caponecchi – A chi aveva problemi di connessione, abbiamo messo a disposizione la strumentazione in sede in massima sicurezza e fornito il materiale didattico a chi, tornando nella propria città di residenza, non se lo era portato con sé. In alcuni casi abbiamo dato anche supporto telefonico, morale e didattico, a chi era rimasto a Perugia da solo. Abbiamo lavorato per garantire il benessere dei nostri studenti, permettendogli di affrontare questa situazione senza ulteriori disagi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Un'azienda perugina protagonista al matrimonio vip di Elettra Lamborghini sul Lago di Como

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento