menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'assessore Coletto con i medici di base: "In prima linea da mesi, il Governo garantisca loro le mascherine"

Il titolare della Sanità umbra con la Federazione dei medici di medicina generale dopo lo stop della Ragioneria di Stato alla misura indicata dal decreto Cura Italia

“I medici di medicina generale sono in prima linea da mesi e, con grande impegno, stanno garantendo ai cittadini il massimo livello di assistenza sul territorio. Proprio per questa ragione, il Governo deve garantire loro i presidi di protezione individuale come già avviene per gli ospedalieri”: così l’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, che si dichiara a favore della presa di posizione assunta  dalla Federazione nazionale dei Medici di Medicina Generale a seguito del parere negativo della Ragioneria dello Stato all’emendamento 5.1 al decreto ‘Cura Italia’ che estendeva la fornitura dei dispositivi di protezione individuale anche ai medici di medicina generale, ai pediatri di libera scelta e ai farmacisti”.

 “Troppi medici in questi due mesi di emergenza hanno perso la vita – ha detto Coletto – e dovrebbe essere un obbligo per il Governo dotare dei dispositivi di protezione quei professionisti che stanno a contatto quotidianamente con i cittadini e che rappresentano per tutti la prima figura professionale di riferimento per la cura e la tutela della salute”.

“Se i dati dei prossimi giorni evidenzieranno, come si spera, una riduzione dei contagi e dei casi prodotti dal Covid-19 – conclude Coletto – si dovrà avviare la cosiddetta “Fase 2” che prevede una gestione ancora più equilibrata tra la medicina di territorio e quella ospedaliera. Un motivo in più per far lavorare in sicurezza i medici di medicina generale e i pediatri”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Motori

Nuova Jeep Compass ora anche a Perugia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento