menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La protesta dei tabaccai, rimasti senza 'Gratta e Vinci': "Pesante perdita economica"

L'Unione Italiana Tabaccai pronta al contenzioso dopo il recesso unilaterale dei contratti da parte della Società Lotterie Nazionali

Rimasti senza 'Gratta e Vinci', i tabaccai sono pronti ad andare in tribunale. Nel mirino il recesso operato dalla Società Lotterie Nazionali che ha modificato il contratto in modo unilaterale. "In questo  particolare momento di crisi - spiega l'Unione Italiana Tabaccai - tutto questo comporta una sostanziosa perdita economica, in aggiunta alla già precaria situazione dei flussi di cassa delle tabaccherie che lavorano, quali concessionari di Stato, su percentuali bassissime e aggi fermi da anni nonostante il continuo aumento dei prezzi di vendita". 

Ecco così che la Uit sta pensando a una 'contromossa': "Dalle informazioni assunte e dagli approfondimenti effettuati, tali recessi potrebbero essere, nella forma e nella sostanza, illegittimi. Per tali ragioni è stato dato mandato ai nostri legali di fiducia per lo studio della questione e la predisposizione dell’eventuale contenzioso, nelle forme e nei modi che verranno considerati più opportuni. La Uit inoltre, pertanto, al fine di assolvere il suo scopo statutario di rappresentanza della categoria, ha aperto sino al 10 settembre prossimo una campagna di adesioni per il contenzioso relativo ai recessi ex articolo 21".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento