Coronavirus: in esaurimento le risorse per i buoni spesa, il Comune di Magione chiude il bando

Pervenute 329 domande di assegnazione del bonus alimentare una tantum. L'assessore Maghini: "Seguiremo le situazioni di indigenza con la Caritas"

I fondi per il contributo una tantum per l'acquisto di generi alimentari si stanno esaurendo e il Comune di Magione ha deciso di chiudere oggi, venerdì 17 aprile, le richieste per ottenere l’assegnazione del bonus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Magione poteva contare su 96.722,22 euro e sono pervenute 329 domande la cui istruttoria deve essere completamente terminata, e che hanno esaurito quasi completamente i fondi assegnati.

 “Le richieste pervenuteci – fa sapere l’assessore ai servizi sociali Eleonora Maghini – rispecchiano in gran parte una situazioni che erano già note ai nostri servizi. Si tratta, prevalentemente, di famiglie con forti problemi di disagio economico. A queste si sono aggiunte, a seguito della particolare situazione che stiamo vivendo, tante famiglie a cui sono venuti a mancare introiti economici per perdita o riduzione di lavoro, per il ritardo nell’ arrivo di altre forme di sostentamento quali cassa integrazione per i lavoratori dipendenti o i 600 euro di bonus per le partite iva. Come ufficio stiamo effettuando tutti i controlli necessari affinché gli aiuti vengano erogati a chi ne ha veramente necessità e, comunque, terminata questa fase di emergenza che ci costringe a dare risposte immediate, verranno fatti ulteriori accertamenti per essere sicuri che nessuno abbia approfittato di questa situazione. Ci tengo a ringraziare -  continua l’assessore – tutti i dipendenti dell’area socio educativa che in questo periodo di grande difficoltà hanno lavorato senza risparmiarsi con grande impegno e senso di responsabilità”.

“Naturalmente – prosegue l’assessore – il problema di chi in questo momento è in situazioni di indigenza non termina con la fine dei fondi a nostra disposizione. Per questo abbiamo chiesto anche un aiuto ad aziende e privati cittadini di dare un contributo attraverso un fondo di solidarietà a nome della Misericordia di Magione gestito grazie anche alla preziosa collaborazione con Caritas  Magione. Nei prossimi giorni, oltre a rendere noto il numero delle domande che sono state accolte, faremo insieme a Caritas e Misericordia il punto sulle donazioni raccolte e come affrontare il prossimo periodo che, purtroppo, prevediamo molto complesso dal punto di vista economico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento