rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, Gesenu entra nella fase due: i servizi riattivati

La comunicazione dell'azienda: confermata la chiusura, almeno fino al 3 maggio, dei centri di raccolta e degli sportelli al pubblico Urp e Tari

Coronavirus, Gesenu entra nella fase due riattivando da lunedì 20 aprile i primi servizi che erano stati sospesi al fine di contenere l'emergenza da Covid-19. 

I servizi che verranno riattivati, spiega una nota della Gesenu, "saranno quello domiciliare di raccolta del verde derivante da sfalci e potature e quello riguardante il ritiro degli ingombranti. Entrambi i servizi possono essere richiesti attraverso i consueti canali di comunicazione, restati sempre attivi fin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus".

Si conferma, prosegue la nota, "la chiusura, almeno fino al 3 maggio, dei centri di raccolta e degli sportelli al pubblico Urp e Tari, costituendo possibili luoghi di aggregazione e siti da raggiungere mediante spostamenti dei cittadini, ad oggi non ancora autorizzati". E ancora: "Va specificato che nel caso del servizio di raccolta del verde si darà precedenza alle richieste che sono già state registrate nelle settimane scorse, mentre nel caso del ritiro ingombranti le richieste precedentemente annullate, devono essere nuovamente inoltrate al nostro ufficio clienti attraverso il numero verde".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Gesenu entra nella fase due: i servizi riattivati

PerugiaToday è in caricamento