Fase 2, riaperti i cimiteri di Todi: le regole da rispettare

L'assessore Primieri: "Costante flusso di cittadini secondo le norme anti contagio

Dal 6 maggio sono stati riaperti tutti i 18 cimiteri del comune di Todi. I cittadini sono tornati a far visita ai propri defunti e a curarne le tombe. "Infatti – riferisce una nota dell'assessore ai lavori pubblici e urbanistica, Moreno Primieri - a seguito dei chiarimenti pervenuti dal Governo si è ritenuto  di riaprire gli accessi revocando la precedente ordinanza sindacale di chiusura, emessa per il contenimento della pandemia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'apertura ha visto un costante afflusso di cittadini fin dalle prime ore soprattutto nei due cimiteri cittadini i quali, nel costante alto senso civico dimostrato fino ad oggi, si sono attenuti scrupolosamente alle norme anti covid-19.  Il sindaco Ruggiano precisa che le modalità di accesso e permanenza all’interno delle aree cimiteriali dovranno avvenire nel rispetto delle misure di sicurezza in vigore per il contenimento della pandemia, invitando i cittadini a rispettarle con senso di responsabilità, onde evitare problematiche che dovessero costringere a disporre nuovamente una chiusura temporanea delle strutture.Le misure di sicurezza anti coronavirus da adottare prevedono l'ingresso il più possibile scaglionato evitando assembramenti, il mantenimento della distanza di sicurezza tra le persone di almeno un metro, l'uso dei dispositivi di protezione individuale.L'orario di ingresso è quello canonico nel periodo estivo che parte dal mese di marzo e va dalle 8 alle 19 in maniera continuata".  
"Per quanto riguarda le cerimonie funebri - conclude l'assessore -  queste sono consentite con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Il controllo di queste norme sarà affidato alla Polizia locale e a tutte le Forze dell’ordine che potranno avvalersi anche della collaborazione della Protezione civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento