Lunedì, 21 Giugno 2021
Attualità

Fase 2, l'appello del sindaco di Torgiano ai suoi concittadini: "Negozi aperti, entrate e spendete"

La 'ricetta' anti-crisi di Liberti: "Ai nostri commercianti, artigiani, ristoratori e piccoli imprenditori dico 'coraggio, non mollate'. Agli altri chiedo di sostenerli"

La riapertura del commercio al dettaglio, di bar e ristoranti, parrucchieri e centri estetici è un segnale di speranza dopo il lungo 'lockdown' dovuto all'emergenza coronavirus, ma anche in Umbria la Fase 2 non si prospetta comunque facile per tutte quelle attività economiche provate dalle settimane di chiusura. Negozi e aziende che avranno bisogno del sostegno delle istituzioni ma anche di quello dei cittadini e proprio a loro si rivolge Eridano Liberti, sindaco di Torgiano.

Coronavirus, Umbria come la Lombardia? La rivolta dei sindaci: "Il Governo ripari il danno"

"Per molte attività del nostro comune è un nuovo inizio - ha scritto Liberti ieri, giorno delle riaperture - e come ogni inizio porta con se non pochi timori e un grande senso di incertezza per il futuro. Ad ogni modo si riparte finalmente, dopo un lungo periodo di sofferenza e di limitazioni; perciò a tutti i commercianti, artigiani, ristoratori e piccoli imprenditori dico coraggio non mollate! A tutti gli altri cittadini del nostro comune invece voglio rivolgere questo invito: uscendo troverete tante serrande alzate, entrate e spendete, ognuno per quello che sono le sue possibilità.
Diamo alle nostre attività il nostro incoraggiamento e il nostro sostegno. Uniti ce la faremo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, l'appello del sindaco di Torgiano ai suoi concittadini: "Negozi aperti, entrate e spendete"

PerugiaToday è in caricamento