Attualità

Fase 2, il Parco dei Sibillini pronto a tornare ad "accogliere" i visitatori: "In montagna, ma con intelligenza"

L'ente dà il bentornato agli appassionati, il presidente: "Attenzione e comportamenti adeguati sempre"

Il Parco nazionale dei  monti Sibillini e il suo territorio pronti ad accogliere nuovamente dopo il lockdown imposto dall’emergenza covid-19. “Torniamo in montagna con intelligenza, attenzione e cura - sottolinea il direttore dell’Ente, Carlo Bifulco - come sempre e ancor di più in questa fase 2, attenendoci alle disposizioni del Decreto del 26 aprile scorso”. 

Secondo il provvedimento firmato dal presidente Giuseppe Conte "l’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti. Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria regione”.

Maggio è anche il mese delle nascite per diverse specie presenti nel territorio del Parco come il camoscio appenninico, il capriolo, il lupo e tanti altri animali, per cui "suggeriamo il massimo della cautela ed un comportamento adeguato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, il Parco dei Sibillini pronto a tornare ad "accogliere" i visitatori: "In montagna, ma con intelligenza"

PerugiaToday è in caricamento