Attualità

Coronavirus e Fase 2, Bassetti chiama a raccolta parroci e animatori: "Aprite gli oratori, non abbiate paura"

Le parole del cardinale Gualtiero Bassetti a conclusione della Messa Crismale

Coronavirus e Fase 2 dell'emergenza: "Non abbiate paura di aprire gli oratori". Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti a conclusione della Messa Crismale, celebrata nella cattedrale di Perugia, rivolgendosi, in particolare, ai sacerdoti e ad una rappresentanza di animatori parrocchiali. "Siamo in una fase di ripresa e lo dimostra anche la celebrazione di stamani – ha commentato il presule –. Abbiamo riaperto le chiese al culto e adesso dobbiamo fare un passo in avanti tutti insieme per promuovere durante l’estate quelle attività pastorali, soprattutto per i ragazzi, che sono estremamente necessarie".

E ancora: "Basti pensare  - ha proseguito il Cardinale - che i nostri ragazzi sono rimasti in casa per tre mesi e non sono nemmeno andati a scuola. Quanti giovani, quante famiglie in questo periodo hanno sofferto di questa “clausura”. Nel periodo estivo dobbiamo fare sentire ancora più forte il nostro essere Chiesa. Molte famiglie dovranno lavorare tutto il giorno, senza godere delle vacanze, anche per recuperare quel lavoro che non è stato possibile svolgere".

Ancora il porporato: "Quest’anno dobbiamo puntare in alto – ha esortato il cardinale –, perché siamo chiamati a fare un servizio che forse nemmeno immaginavamo, ma tutto quello che succede è la Provvidenza che lo mette nelle nostre mani. E sono convinto che le famiglie, che riusciremo ad aiutare, ce ne saranno profondamente grate, perché avvertiranno anche in noi sacerdoti, nei nostri animatori la presenza di una Chiesa attenta e materna. La Chiesa, come ci ricorda papa Francesco, non sia una dogana, ma sia veramente una madre attenta e piena d’amore per tutti i suoi figli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e Fase 2, Bassetti chiama a raccolta parroci e animatori: "Aprite gli oratori, non abbiate paura"

PerugiaToday è in caricamento