Attualità

Farmacista di Cortona ricoverata per Coronavirus a Perugia, la famiglia: "Non lavorava nel capoluogo"

Chiusa per sanificazione nella giornata di oggi la struttura di via Cortonese. I titolari: "Non diffondete notizie false e attuate comportamenti responsabili per la salute di tutti"

Una farmacista di Cortona è risultata positiva al Covid19 e si trova ricoverata a Perugia. La professionista e la sua famiglia sono titolari anche di una farmacia nel capoluogo umbro, ma la donna non vi ha mai lavorato, soprattutto nell’ultimo periodo. E proprio per fare chiarezza i familiari della professionista hanno deciso di rilasciare una dichiarazione ufficiale e ricostruire i fatti.

“La dottoressa Heidemarie Marek, titolare della Farmacia Bianchi, ha iniziato a presentare dei sintomi influenzali a partire dall’8 marzo e si è immediatamente autoisolata in una stanza della sua abitazione utilizzando tutte le precauzioni come da protocollo ministeriale, mentre la famiglia ha tenuto costantemente informato il medico curante - si legge nella nota - Nel momento in cui il quadro clinico è precipitato, la dottoressa è stata immediatamente ospedalizzata e sottoposta al tampone per il Covid19, purtroppo risultato positivo. Di conseguenza, la famiglia ha subito provveduto a contattare le Asl di competenza, i collaboratori e il sindaco di Cortona, richiedendo la chiusura della Farmacia Bianchi fino al termine previsto dal protocollo ministeriale (14 giorni, a partire dal 7 marzo – ultimo giorno di lavoro. Data riapertura: 21 marzo, a seguito di sanificazione)”.

La notizia ha avuto subito ripercussioni anche a Perugia, con richieste di informazioni da parte dei cittadini che si erano recati nella farmacia di via Cortonese. Ecco la precisazione della famiglia: “Per quanto riguarda la Farmacia Cortonese di Perugia, nella quale la dottoressa non lavora, in via del tutto precauzionale è stata predisposta una sanificazione in data 18 marzo”, cioè oggi.

“Purtroppo in un momento di grave dolore e preoccupazione familiare è difficile far fronte con lucidità a dichiarazioni infamanti. Il nostro mestiere non è quello di dare lezioni morali, ma di servire con passione e professionalità la nostra comunità: per favore, invece di far circolare notizie false e fuorvianti nelle chat, vi chiediamo di continuare ad attuare comportamenti responsabili per tutelare voi stessi, i vostri cari e tutti coloro che lavorano per garantire servizi indispensabili alla popolazione” scrivono i titolari della farmacia e concludono ringraziando “tutte le persone che ci stanno sostenendo con affetto e solidarietà in questo momento personale difficilissimo, in particolare i nostri collaboratori che con grandissimo senso di responsabilità si impegnano per garantire il servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacista di Cortona ricoverata per Coronavirus a Perugia, la famiglia: "Non lavorava nel capoluogo"

PerugiaToday è in caricamento