Attualità

Coronavirus, 41 letti per la Terapia intensiva e la Rianimazione dell'ospedale di Pantalla: il dono di Farchioni

L'azienda umbra ha contribuito così al potenziamento del Covid Hospita: "Sfida straordinaria che richiede una risposta eccezionale"

Quarantuno letti per la terapia intensiva e la rianimazione per il Covid-Hospital di Pantalla di Todi. E' il dono dell’azienda Farchioni a favore della sanità umbra

“Siamo lieti di comunicare il nostro sostegno al servizio di Protezione civile della Regione Umbria al fine di contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19”, spiega Giampaolo Farchioni, manager dell’azienda. “Siamo impegnati ogni giorno per garantire la produzione di generi alimentari di prima necessità. Vogliamo così assicurare il rifornimento dei supermercati e aiutare gli italiani a vivere questo grave momento di isolamento sociale senza subire carenze alimentari. Tuttavia, di fronte alla sfida straordinaria dell’epidemia serve pure, da parte nostra, una risposta eccezionale e una speciale responsabilità sociale. Ecco il motivo di questa donazione volta ad aumentare l’efficacia e l’efficienza dei servizi sanitari in Umbria, nell’ambito di una proficua collaborazione con la presidente della Regione Donatella Tesei”.

Continua Farchioni: “La Regione Umbria in questo momento deve coprire un ampio fabbisogno di dispositivi e apparecchiature medicali: dagli occhiali protettivi ai termometri laser ai ventilatori polmonari. Tra questi, anche i 41 letti per rafforzare i reparti di terapia intensiva e di rianimazione. Abbiamo ritenuto necessario intervenire per aiutare i nostri medici e infermieri impegnati ogni giorno in prima linea”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 41 letti per la Terapia intensiva e la Rianimazione dell'ospedale di Pantalla: il dono di Farchioni

PerugiaToday è in caricamento