Coronavirus, quando si può andare dal dentista? Le cinque regole da seguire una volta arrivati

A fare chiarezza sul sito del ministero della Salute è la società italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp)

L'emergenza coronavirus ha costretto gli italiani in quarantena a casa per arginare la diffusione del contagio, ma non tutti possono fermarsi. Certi servizi vanno garantiti, tra questi le cure mediche, e anche i dentisti dunque continuano a curre chi ne ha bisogno. Diversi quelli che in Umbria continuano a lavorare, solo su appuntamento per capire prima se il paziente ha un'effettiva urgenza e se è nelle condizioni di poter recarsi presso i loro studi, con tutte le precauzioni del caso.

A spiegare quando è concesso andare al dentista in base anche alle disposizioni del decreto emanato dal Governo Conte l'11 marzo, è la società italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp) a fare chiarezza attraverso il sito del ministero della Salute. Oltre che raccomandare alla popolazione di accedere alle cure dentali solo quando non differibili in base a una valutazione da concordare telefonicamente con il dentista curante, si elencano poi le 5 regole da seguire una volta arrivati allo studio. 

“Dolori acuti, infezioni quali un ascesso gengivale, traumi o esiti di eventi accidentali sono alcuni esempi di condizioni cliniche che rivestono un carattere di urgenza e che devono poter essere trattati - scrive la Sidp -. Qualora il paziente fosse un soggetto a maggior rischio di contrarre infezione o manifestasse sintomi riconducibili a infezione da Covid -19 - avverte - o anche si trovasse in regime di quarantena, sarà necessario rimandare le cure ad un periodo successivo”.

LE 5 REGOLE - Ecco invece le cinque semplici regole che la Sidp chiede ai pazienti di rispettare per contenere i rischi di contagio, una volta arrivati nello studio del dentista.

1. Lasciare cappotti, giacche, borse e zaini in sala d’attesa. 

2. Ove possibile indossare copri-scarpe.

3. Rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro all’interno della sala d’attesa.

4. Tenere cellulari e tablet fuori dall’area clinica.

5. Lavarsi le mani per almeno 20 secondi e non scambiarsi strette di mano con medici e altri operatori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NUMERO VERDE - "Siccome oggi non possiamo più frequentare il dentista con la solita abitudine (a meno di non avere urgenze, sia chiaro), è necessario, ricorda la Sidp, “mantenere un elevato standard di igiene orale con l’uso costante di spazzolino, dentifricio e scovolino”. La Sidp mette a disposizione anche il numero verde 800 144 979 per rispondere a domande e dare consigli utili per il mantenimento della salute della bocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento