menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza, la circolare del Ministero della Salute con le raccomandazioni per la stagione 2020-2021

Il dicastero retto dal ministro Speranza si prepara ad affrontare il rischio di una co-circolazione di virus influenzali e Covid-19 ricordando l'importanza del vaccino

Mentre l'emergenza coronavirus sembra dare un po' di 'respiro' a un Italia nel frattempo entrata nella Fase 3 con la ripartenza dell'economia e la ripresa degli spostamenti tra regioni, al Ministero della Salute ci si prepara già per il prossimo autunno e per il prossimo inverno, quando ci sarà il rischio di avere una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2. In questi giorni infatti il dicastero retto da Roberto Speranza ha pubblicato la 'Circolare Prevenzione e controllo dell’influenza': elaborata dalla Direzione Generale della Prevenzione sanitaria con le raccomandazioni per la stagione 2020-2021.

Nuovo report del governo: Rt sotto l'1 in tutta Italia. E l'Umbria aspetta i turisti

Il documento, come si legge in una nota del Ministero della Sanità, "oltre a contenere informazioni sulla sorveglianza epidemiologica e virologica, fornisce raccomandazioni per la prevenzione dell'influenza attraverso la vaccinazione e le misure di igiene e protezione e raccomanda l’attivazione di campagne di informazione/educazione della popolazione e degli operatori sanitari coinvolti nell'attuazione delle strategie vaccinali. Dal momento che nella prossima stagione influenzale 2020-2021, non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2, si sottolinea l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nelle persone ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra COVID-19 e Influenza". 

Coronavirus in Umbria: metà dei deceduti ultra 80enne e con patologie pregresse

Dal ministero si sottolinea poi l'importanza della vaccinazione anti-influenzale soprattutto per alcune fasce di popolazione pià a rischio: "Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso. La vaccinazione antinfluenzale può essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60-64 anni. Per quanto riguarda gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza, la vaccinazione è fortemente raccomandata nella prospettiva di una iniziativa legislativa che la renda obbligatoria. Vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di SARS-CoV-2, il documento raccomanda di anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre e offrire la vaccinazione ai soggetti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento