Attualità

Coronavirus, protocollo per le messe e un piano per l'infanzia. Congiunti, apertura a fidanzati e relazioni stabili

Il presidente Conte in visita a Milano torna sulle misure dell'ultimo decreto e sulle prossime mosse del governo

Un piano nazionale necessario per governare la fase 2, sul quale intervenire localmente nel caso in cui il numero dei contagi dovesse tornare a salire. E quindi misure restrittive commisurate a popolazione, percentuale dei contagi, capacità ricettiva delle strutture sanitarie. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in visita a Milano, torna a chiarire alcuni punti dell'ultimo decreto messo a punto e delinea alcuni prossime novità.

Come il ritorno alla celebrazione delle messe in piena sicurezza, per le quali, dice, si sta definendo un protocollo in accordo con la Cei per garantire il diritto dei fedeli e tutelare la salute. E poi un piano per i bambini. "Stiamo studiando misure per l'infanzia da affiancare a quelle già previste dal Cura Italia, ovvero il bonus baby sitting e i congedi straordinari. Siamo ben consapevoli delle difficoltà delle famiglie, siamo al lavoro per definire un pian per l'estate. 

Intanto, da Palazzo Chigi arrivano chiarimenti intorno alla definizione di congiunti, la cui visita dal 4 maggio sarà consentito. Oltre ai familiari in senso stretto, genitori e nonni, la linea d'intendimento è quella che comprende nell'insieme dei "congiunti" si intendono parenti, affini, coniugi, conviventi, ma anche fidanzati e affetti stabili.

Nei prossimi giorni, la Presidenza del Consiglio metterà on line le risposte alle domande più frequenti per fare chiarezza sui punti ancora poco chiari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, protocollo per le messe e un piano per l'infanzia. Congiunti, apertura a fidanzati e relazioni stabili

PerugiaToday è in caricamento