rotate-mobile
Attualità Città di Castello

Coronavirus, la solidarietà del Lions Club Città di Castello Host non si ferma: donate tute protettive all'ospedale

Il presidente Masi annuncia: "A breve potremo donare anche un innovativo strumento diagonistico"

I lions di Città di Castello continuano a portare il loro aiuto nell’emergenza covid-19. Dopo la tensostruttura, donata alla Croce Bianca Tifernate adibita al servizio di pre-triage all’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale di Città di Castello, e le 500 visiere in polipropilene distribuite agli operatori sanitari tifernati in prima linea nel contrastare l’espandersi della pandemia, sono state donate 300 tute protettive contro il rischio microbiologico che sono state consegnate dal presidente del Club Roberto Masi e dal tesoriere Daniela Mannucci ai responsabili dei reparti di Rianimazione 2, Covid, Radiologia, Pronto Soccorso e al Centro Salute dislocato nella zona Madonna del Latte.
“È un dovere morale come cittadini e come Lions, oltre che un piacere - afferma il presidente Roberto Masi - essere vicino e sostenere i nostri sanitari che con abnegazione svolgono il proprio lavoro per la tutela e la difesa della salute della collettività”.
Il presidente Masi, nell’occasione della consegna delle tute protettive, ha anticipato che a breve, sarà donato all’ospedale tifernate un innovativo strumento diagnostico che permetterà di seguire l’andamento della malattia nei pazienti affetti da covid-19 e di svolgere le manovre di emergenza in totale sicurezza.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la solidarietà del Lions Club Città di Castello Host non si ferma: donate tute protettive all'ospedale

PerugiaToday è in caricamento