Coronavirus, a Castiglione del Lago niente eventi di pubblico spettacolo fino a dopo Ferragosto

Il sindaco proroga l'ordinanza, ecco i divieti e gli obblighi fino al 1 agosto

Niente eventi di pubblico spettacolo a Castiglione del Lago. Il sindaco proroga l'ordinanza per arginare il coronavirus. "Ad oggi non abbiamo casi di Covid-19 a Castiglione del Lago - scrive il Comune su Facebook -  e per questo chiediamo ai cittadini, ai giovani e agli esercenti la massima collaborazione e prudenza: evitando assembramenti e comportamenti che possono mettere a rischio la salute pubblica". 

L'ordinanza numero 103 del 3 agosto dispone il divieto "di svolgere eventi di pubblico spettacolo in tutti gli esercizi pubblici del Comune Castiglione del Lago".

"Resta consentito  - scrive il sindaco nell'ordinanza - il solo svolgimento di attività di “piccolo intrattenimento” da parte di esercizi commerciali in possesso dei relativi requisiti di legge, ove non sia superato, durante lo svolgimento della manifestazione musicale, il valore limite assoluto d'immissione previsto dal piano di zonizzazione acustica comunale". E ancora: "Si ricorda che per “piccolo intrattenimento” si intende esclusivamente la produzione o riproduzione di musica di sottofondo e/o accompagnamento alla fruizione degli spazi del locale. L’impatto musicale non deve arrecare disturbo e non deve risultare preminente rispetto al normale svolgimento dell’attività commerciale e deve in ogni caso rispettare le seguenti indicazioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino al 16 agosto c'è anche l'obbligo "per tutti coloro che ivi si trovino a circolare a piedi (in fase dinamica o statica) qualora non si possa rispettare il distanziamento fisico già previsto dalle normative vigenti di indossare correttamente e costantemente una mascherina di comunità od un idoneo dispositivo medico a protezione delle vie respiratorie". Per gli esercenti c'è obbligo "di assumere immediatamente ogni adeguata iniziativa di presidio e sicurezza anti assembramento e/o anti-contagio, all'interno dei locali e/o degli spazi confinati ai medesimi assegnati, e nel caso venissero compromesse le condizioni sopra cennate, a qualsiasi titolo anche per motivi legati al comportamento degli avventori, di interrompere l’intrattenimento nonché di segnalare immediatamente, alle Forze dell'Ordine, la necessità di intervento" e "di vigilare, all'interno dei locali e/o negli spazi confinanti ai medesimi assegnati, sul rispetto delle misure delle disposizioni normative aventi ad oggetto il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento