menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capodanno senza botti a Foligno: i divieti nell'ordinanza del sindaco e le sanzioni previste

Il provvedimento del primo cittadino Zuccarini contro fuochi d'artificio, petardi e razzi in vigore dalle ore 22 del 31 dicembre alle ore 7 dell'1 gennaio

Capodanno senza botti a Foligno, dove il sindaco Stefano Zuccarini ha firmato un'ordinanza in cui si vietano petardi, razzi e fuochi d'artificio nell'ultima notte del 2020 e nelle prime ore del 2021. "È fatto assoluto divieto - si legge nel'ordinanza del sindaco - dalle ore 20:00 del 31 dicembre 2020 fino alle ore 07:00 del 01 gennaio 2021:  1) a chiunque, su tutto il territorio comunale, in qualsiasi area pubblica o aperta all’uso pubblico, o in qualsiasi area privata, o in direzione di esse, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi, esplodere petardi, innalzare aerostati con fiamme o altri fuochi pirotecnici, o fare uso di altri prodotti similari, anche se posti in libera vendita; 2). a chiunque, su tutto il territorio comunale, di utilizzare ed accendere nei luoghi privati o in luoghi pubblici, o aperti all’uso pubblico, senza la licenza di cui all'art. 57 T.U.L.P.S., fuochi pirotecnici non posti in libera vendita".

Severe le sanzioni previste: "L’inosservanza delle disposizioni della presente ordinanza - si legge ancora nel testo - può integrare fattispecie di illecito penale, con particolare riferimento a quanto sotto precisato:
- chiunque, senza la licenza dell’Autorità, in un luogo abitato, o nelle sue adiacenza, o lungo una pubblica via o in direzione di essa, spara armi da fuoco, accende fuochi d’artificio, o lancia razzi, o innalza aerostati con fiamme, o in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito ai sensi dell’art. 703 del c.p. con l’ammenda fino a € 103,00, con l’aggravante che se il fatto è commesso in un luogo ove vi sia l’adunanza o il concorso di persone, la pena è dell’arresto fino ad un mese;
- il divieto di utilizzare nei luoghi esclusivamente privati, senza la licenza di cui all'art. 57 TULPS, fuochi pirotecnici non posti in libera vendita, è punito ai sensi dell’articolo 679 del Codice Penale, il quale specificatamente prevede che chiunque omette di denunciare all’Autorità la detenzione di materie esplodenti di qualsiasi specie, ovvero materie infiammabili, pericolose per la loro qualità o quantità, è punito con l’arresto fino a dodici mesi o con l’ammenda fino a € 371,00".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento