menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, con il calcio ripartono anche le sale scommesse: le nuove regole da seguire

La Conferenza delle Regioni ha aggiornato le linee guida per le riaperture inserendo un 'protocollo' dedicato a "sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse"

Con il calcio di Serie A e di Serie B (Perugia compreso) pronto a ricominciare dopo lo stop dovuto all'emergenza coronavirus si preparano a ripartire anche le sale scommesse, così come le sale slot, le sale giochi e le sale bingo. E un 'protocollo' ad esse dedicato è stato inserito nelle linee guida aggiornate per le riaperture dopo l'emergenza coronavirus dalla Conferenza delle Regioni, che spiega come "per le attività complementari (e. ristorazione) si fa riferimento ai protocolli specifici".

Segnaletica a terra e percorsi separati: così le sagre possono ripartire

Ecco le nuove regole per la ripartenza:

Le presenti indicazioni si applicano a sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse; per quanto riguarda attività complementari (e. ristorazione) si fa riferimento ai protocolli specifici.

Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità, sia mediante l’ausilio di apposita segnaletica e cartellonistica e/o sistemi audio-video, sia ricorrendo a eventuale personale addetto, incaricato di monitorare e promuovere il rispetto delle misure di prevenzione facendo anche riferimento al senso di responsabilità del visitatore stesso.

Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C. 

Riorganizzare gli spazi e la dislocazione delle apparecchiature (giochi, terminali ed apparecchi VLT/AWP, tavoli del bingo, ecc.) per garantire l’accesso in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. In caso di presenza di minori che necessitano di accompagnamento consentire l’accesso a un solo accompagnatore per bambino. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento