rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus, 'bonus' agli operatori sanitari: c'è l'accordo tra Regione Umbria e sindacati, le cifre

L'assessore regionale Coletto: "Testimonianza del lavoro svolto da tutti gli operatori che ha permesso alla sanità dell’Umbria di essere un modello anche nell’emergenza Covid"

C'è l'accordo per il 'bonus' Covid agli operatori sanitari dell'Umbria che hanno affrontato l'emergenza coronavirus. L'accordo è stato firmato dalla Regione Umbria con i sindacati del comparto e della dirigenza sanitaria.

“Si tratta di un accordo significativo – ha detto l’assessore – che vuole essere anche un riconoscimento morale verso tutti gli operatori sanitari che in questa fase di emergenza si sono esposti a rischi e hanno affrontato con sacrificio momenti di lavoro che hanno richiesto energia e professionalità fuori dall’ordinario, ma vuole essere anche una testimonianza del lavoro svolto da tutti gli operatori che ha permesso alla sanità dell’Umbria di essere un modello anche nell’emergenza Covid”.

La Regione Umbria, spiega una nota di Palazzo Donini, "farà il possibile per far sì che il compenso accessorio possa essere erogato nella mensilità di maggio 2020".

Ecco le cifre: "In seguito all’accordo  - spiega la Regione Umbria - il compenso accessorio sarà diviso in tre fasce – 45, 25, 20 euro – stabilite in base all’impegno prestato nell’emergenza: per questo progetto produttività la Regione ha stanziato risorse proprie pari a 10 milioni 253 mila euro, altri oltre 937 mila euro serviranno a coprire l’estensione dell’indennità per malattie infettive e 670 mila euro copriranno l’indennità di lavoro straordinario. L’accordo prevede inoltre, l’attivazione di tavoli separati per l’attribuzione di risorse residue pari a altri 2 milioni di euro derivanti dal decreto Salva Italia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 'bonus' agli operatori sanitari: c'è l'accordo tra Regione Umbria e sindacati, le cifre

PerugiaToday è in caricamento