Attualità

Ragazzini sorpresi a giocare al parco senza mascherina: scatta la chiusura delle aree verdi

E' successo a Magione. Scatta l'ordinanza di chiusura delle aree verdi pubbliche da oggi fino al 15 febbraio prossimo

Sindaco di Magione, Giacomo Chiodini

Sono stati sorpresi al parco senza mascherina, mentre stavano giocando a calcetto. Si tratta di un gruppetto di sei ragazzini (tutti minorenni), identificati dalla polizia municipale e dai carabinieri della stazione di Magione. Per loro è scattata anche una multa, che verrà notificata nei prossimi giorni alle famiglie.

Per evitare episodi simili il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, ha firmato l’ordinanza di chiusura delle aree verdi del Comune da oggi, ordinanza che si protrarrà fino al 15 febbraio.

Intanto, alla luce del numero di contagi, il sindaco di Magione – è scritto in un post sulla pagina Facebook ufficiale del Comune – “è in costante contatto con il Prefetto di Perugia e con i vertici della sanità della Regione Umbria e dell'Usl Umbria 1. Anche da un confronto con alcuni epidemiologi della nostra Università di Perugia, come il professor Fabrizio Stracci, come Amministrazione chiederemo formalmente al comitato tecnico scientifico e al nucleo epidemiologico regionale di valutare uno studio di monitoraggio specifico sulla situazione di Magione. Il nostro comune continua infatti ad avere numeri al di sopra della media regionale”.

Coronavirus nelle Rsa, casi in aumento a Casa Serena: "Cluster significativo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzini sorpresi a giocare al parco senza mascherina: scatta la chiusura delle aree verdi

PerugiaToday è in caricamento