Conservoni e Museo delle acque, Mori (Pd): "Il Comune intervenga per tutelare l'area"

Interrogazione del consigliere comunale: "L'intervento è stato già sollecitato un anno e mezzo fa, l'incuria minaccia questa parte di patrimonio cittadino"

Un intervento “urgente e radicale da parte dell’amministrazione comunale per la bonifica e la manutenzione della zona dei Conservoni a San Marco”. E' quanto chiede il consigliere comnale del Pd, Emanuela Mori in un'interrogazione.

“Ad un anno e mezzo da una interrogazione analoga - afferma il consigliere - torno nuovamente ad incalzare il vice sindaco Barelli affinchè dia un seguito concreto alle proprie dichiarazioni, e si proceda quanto prima alla riqualificazione dell’area in questione. 

La situazione in cui versa da anni il percorso che lungo la Strada dei Conservoni conduce al Museo delle acque è allarmante eil degrado regna incontrastato. L’area pic-nic non è più fruibile da molto tempo, le staccionate sono obsolete e danneggiate in diversi punti, rovi e vegetazione incolta la fanno da padroni, vi sono alberi caduti nel bel mezzo del percorso pedonale, ed infine è impossibile utilizzare i corrimano per percorrere le scalette. Al pari dell’area verde, anche il Museo necessita di interventi urgenti, che consentano di renderlo nuovamente fruibile a visitatori e turisti: attivo fino al 2014, da allora non è stato più riaperto".

"Appare evidente quanto l’area in questione abbia un grande valore storico, artistico e paesaggistico e che, se opportunamente valorizzata, rappresenterebbe una importante occasione per l’arricchimento dell’offerta turistica cittadina – prosegue ancora - Proprio un anno fa il vice sindaco aveva fornito risposte rassicuranti in merito, comunicando  l’avvenuta approvazione di fondi utili alla realizzazione di opere volte al recupero e alla valorizzazione a fini turistici dell’area in questione, annunciando che la necessaria progettazione sarebbe partita a breve. Ma da allora la situazione è rimasta invariata e sotto gli occhi di tutti: i cittadini ed in particolare i residenti nel quartiere di San Marco sono esasperati e comprensibilmente, non intendono tollerare ancora questa situazione".

"Mi auguro che questa ulteriore interrogazione - conclude il consigliere - sia utile a chiarire lo stato dell’arte circa la progettazione e gli interventi pensati dal Comune, visto che l’incuria sommata a probabili atti vandalici hanno reso questa bellissima zona di Perugia inaccessibile da cittadini e turisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento