menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La solidarietà non si ferma, i commercianti donano i prodotti invenduti per sfamare i bisognosi

La raccolta attraverso la Comunità di Sant'Egidio di Perugia che organizza anche il pranzo della domenica con gli ultimi della società

Viveri ed indumenti per chi è in difficoltà. Senzatetto, ma anche persone che hanno perso il lavoro. È variegato il mondo delle persone che chiede aiuto alla Comunità di Sant’Egidio di Perugia, perché è molto facile finire per strada, soprattutto in un periodo storico di grave emergenza sanitaria e crisi economica.

La Comunità di Sant’Egidio, dopo il punto di accoglienza in piazza Partigiani e il pranzo della domenica che si faceva nell’area degli ex pallai del Santa Giuliana, continua, grazie alla generosità dei commercianti, ad occuparsi degli ultimi.

Così in un post ricorda che “la generosità è contagiosa!” e che un ringraziamento speciale va “al Bar Sant’Anna di Piazzale Bellucci gestito da Matteo con la mamma Katia che hanno deciso di donare paste e pizze per le colazioni dei poveri e senza tetto di Perugia”.

Oppure che “grazie alla sensibilità di Laura Schiavoni, proprietaria del Market ‘La Piazzetta’ a Madonna Alta e alla generosità dei suoi clienti raccogliamo nel punto vendita la spesa solidale per la distribuzione dei viveri ai poveri di Perugia”.

C’è anche la “spesa solidale arrivata da molto lontano, grazie ad internet e alla generosita? di una donatrice!!! La bontà non si ferma neanche a distanza!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento