rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Attualità

Il Comune apre le porte ai laureati europei per un innovativo Erasmus: stage formativo nelle istituzioni e in azienda. E la città ringrazia...

Via libera per entrare nel nuova canale europeo Erasmus Traineeship che permette un soggiorno fino a sei mesi per i neo-laureati in cerca di specializzazione. Serve l'aiuto di imprese, istituzioni e associazioni

Portare studenti da tutto il mondo a Perugia è da sempre uno degli obiettivi del Comune e delle due Università (Stranieri e Unipg) sia per una questione di immagine che di economia per il capoluogo a tutti i livelli. Una delle strade più utilizzate in questi anni è stata quella dell'Erasmus tradizionale che ha consentito agli studenti residenti in Europa di muoversi in altri atenei - per un perido massimo di 24 mesi - di altre nazionali dell'Unione dove imparare le lingue e svolgere esami del proprio ciclo di studio. Perugia però ora ha una occasione d'oro per portare sotto l'Arco Etrusco e in Corso Vannucci anche i neo-laureati europei per effettuare non più studi ma dei veri e propri stage nelle istituzioni, associazioni di categoria e imprese.

Per un periodo di sei mesi. Una opportunità ancora da mettere nero su bianco ma dal consiglio comunale è arrivato il sì che impegna sindaco e Giunta a sviluppare questo progetto - proposto in consiglio comunale dal Capogruppo di Forza Italia Giacomo Cagnoli e dal Consigliere comunale Alessio Fioroni e redatta con il supporto del Vicecoordinatore di Forza Italia Perugia Edoardo Pannacci. - partendo dalla creazione di un elenco riguardante le istituzioni/enti/aziende/associazioni del territorio comunale di Perugia selezionabili da studenti aderenti al progetto Europeo “Erasmus Traineeship”.

Nell'elenco va specificato, per ogni sede ospitante, il sito internet, l'indirizzo della sede e la specifica delle funzioni che svolgerà il tirocinante; poi il passaggio alle due Univesità cittadine che provvederanno a rigirare la comunicazione tutti gli atenei europei con cui hanno un accordo di partnership in corso, le quali a loro volta informeranno i propri studenti dell'opportunità di tirocinio. Un progetto che va cavalcato per rendere Perugia sempre più istituzionale e per dare un impulso, insieme all'erasmus classico, all'economia locale: più affitti, più shopping, più giro per locali, ristoranti e attività commerciali. In questo caso vale il vecchio adagio: più siamo, meglio stiamo. 

LE REAZIONI POLITICHE 

"Si tratta di una proposta importante in un'ottica di ulteriore internazionalizzazione della città - dichiara il Capogruppo Giacomo Cagnoli - attuabile con l'ausilio dei finanziamenti già previsti dall'Unione Europea per il progetto Erasmus. La proposta inoltre rimarca il rapporto del Comune con l'Università degli Studi di Perugia." Cagnoli prosegue: "Lo studente erasmus è un elemento aggiuntivo prezioso a livello culturale, ma anche nell'economia cittadina. Quella che è sempre stata la natura della nostra città, oggi Forza Italia la sottolinea ulteriormente con questa proposta che mira ad intercettare un numero maggiore di erasmus."

Il Consigliere Comunale Alessio Fioroni ha specificato che il progetto Erasmus Traineeship avvia i neolaureati ad un percorso professionalizzante nell'ambito della propria area di studio. "Il Comune  di Perugia -redigerà un elenco di propri uffici disponibili tra i quali i  partecipanti al progetto sceglieranno a quale candidarsi per svolgere l'esperienza  professionalizzante. L'università sarà il punto di contatto e l'elenco sarà pubblicato nei siti previsti dall'Unione Europea."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune apre le porte ai laureati europei per un innovativo Erasmus: stage formativo nelle istituzioni e in azienda. E la città ringrazia...

PerugiaToday è in caricamento