Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Lavori pubblici, per il Comune di Perugia un "bilancio" da 100 milioni di euro in opere

Nella nuova sezione del sito istituzionale le opere fatte e da fare, gli interventi per le strade e la mappatura dell'illuminazione. Ridisegnato l'intero portale che nel 2018 ha superato i 3 milioni di visite

Cento miloni di opere pubbliche. Concluse, approvate e realizzate, previste e lasciate in eredità alla prossima amministrazione. Nel portale dei Lavori pubblici del Comune di Perugia c'è quanto fatto i questi cinque anni di mandato ormai in scadenza della giunta Romizi. C'è la possibilità di avere informazioni puntuali sui lampioni di ogni punto della città, conoscere l'evoluzione degli interventi, grandi e piccoli che siano, di conoscere quello che si sta facendo e si è fatto per le strade e per le famigerate buche. E' questa la novità più importante del portale istituzionale di Palazzo dei Priori, sottoposto comunque a un generale restyling dell’architettura dei contenuticon l'introduzione di nuove funzionalità.

Il sito è stato realizzato secondo le Linee Guida di design per i siti web della PA, emanate dall’Agid, l’Agenzia per l’Italia Digitale, che indicano regole e principi di usabilità e design per tutte le amministrazioni pubbliche. Risultato di un intenso lavoro di analisi, progettazione e sviluppo software, il nuovo sito rappresenta un ulteriore miglioramento, sia nella capacità comunicativa sia nella struttura funzionale.

News, focus su tutti i lavori in generale suddivisi in opere in fase di realizzazione, opere concluse e opere in fase di progettazione caratterizzano la pagina dedicata.

Tra le funzionalità introdotte, per l’accesso ai servizi, il sistema di riconoscimento Spid – Login Umbria, che permette di accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione con un'unica identità digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Sul fronte del coinvolgimento dei cittadini, le segnalazioni potranno essere fatte attraverso l'app. 

Nel 2018 il portale istituzionale ha avuto 3.525.250 visite, il portale turismo e cultura: 1.141.224, il portale ambiente: 43.817, il progetto artBonus: 18.355. I login utente – autenticazione sono state 200.021, i certificati on-line 106.698, gli accessi all’albo Pretorio 107.172, la prenotazione Cie e riconsegna telepass 30.586.

Le novità digitali dell'amministrazione sono state presentate oggi alla sala Rossa di palazzo dei Priori. L’assessore Francesco Calabrese ha sottolineato l’importanza del sito istituzionale per i Comuni, dal momento che il primo contatto con la città fornito dai motori di ricerca è proprio il collegamento al portale. Sotto questo profilo parlano chiaro i dati con 3,5 milioni di accessi al sito nel 2018 dei quali circa il 50% esterni alla città; ciò conferma che si tratta di uno strumento decisivo per promuovere il territorio. Calabrese ha inteso ringraziare lo staff per il grande lavoro svolto a conferma di una straordinaria professionalità dei dipendenti comunali.

Rispetto all’attuale configurazione grafica, l’assessore ha chiarito che nella home page, entro breve tempo, tornerà a “campeggiare” la gallery con gli scatti più belli dei principali fotografi perugini. Sotto la gallery rimangono i portali tematici, partendo dalla sezione turismo-cultura la più seguita in assoluta insieme ai servizi. In fondo alla pagina, ma non da ultimo, sono stati confermati gli elementi identitari della città che esulano dal Comune, ma che sono parte fondamentale della cultura perugina, come l'Università, l'Accademia di belle arti e Umbria Jazz.

Il dirigente dell'unità operativa Sistemi tecnologici, Gabriele De Micheli, ha riferito che il portale si inserisce nel piano triennale di informatizzazione degli Enti. Tramite il sito sono accessibili tanti servizi rivolti alla cittadinanza, cui, da oggi, si potrà accedere attraverso il nuovo sistema Spid che va ad affiancarsi al tradizionale sistema di registrazione. Prende il via, inoltre, il portale dedicato alle segnalazioni ed ai pagamenti on-line, soluzioni che arricchiscono un contenitore utile, punto di partenza da implementare nel futuro con il contributo di tutti i settori dell’Ente.

Il funzionario Michele Giovagnoni ha chiarito che il nuovo sito è impostato tecnicamente con una tecnologia altamente “responsiva”, adatta alla navigazione da ogni tipo di dispositivo. Tutte le componenti del sito, infatti, vengono ridimensionate e redistribuite per essere comprese anche dagli apparati più piccoli. La tecnologia usata si sposa con l’accessibilità dei siti e con gli strumenti utili per favorire la fruizione da parte dei diversamente abili.

Dal punto di vista generale lo staff web ha rivisto la struttura del sito, rendendola più semplice ed immediata nell’ottica di una maggiore usabilità e razionalizzazione dei contenuti ridondanti. Anche Giovagnoni ha ribadito l’importanza dell’introduzione, per la fruizione dei servizi online, dell’identità digitale (Spid) che consentirà agli utenti di accedere a tutti i servizi delle p.a. (Comuni, inps, poste, ecc.). Per alcuni mesi, tuttavia, fino al completo superamento dello stesso, verrà comunque mantenuto il vecchio sistema di accesso.

Con il nuovo portale, infine, è stata inserita una sezione tramite cui sarà possibile inviare all’Amministrazione suggerimenti e commenti in un’ottica di massima partecipazione del cittadino alla vita dell’Ente e di collaborazione per il miglioramento del sito e dei servizi.

Un excursus sul nuovo portale è stata fatto dall’assessore Francesco Calabrese, che, in avvio, ha posto l’accento sulla sezione dedicata alle “news”, ove sono date brevi informazioni su quanto sta accadendo in città in tutti gli ambiti di interesse.

E quindi l’area “lavori”: si compone di tre parti - in corso, completati, progettati e finanziati, per raccontare e ripercorre, ha sottolineato l'assessore, la grande ed intensa attività che in questi anni sta interessando la città. Ogni scheda è composta di una descrizione dell’opera, dell’indicazione di inizio-fine lavori e di ogni informazione utile per conoscere l’intervento.

Altra area è quella della pubblica illuminazione, l’opera più importante dopo il minimetrò degli ultimi 20 anni con diffusione sull’intero territorio comunale. In questa parte è descritto il progetto generale di cui Citelum si sta occupando, è possibile fare le segnalazioni dei guasti, ed infine è consentito accedere al censimento di tutti i punti luce sui quali si potrà “cliccare” per scoprire i dettagli tecnici del singolo “lampione”. Un’attività enorme (15mila punti luce già sono stati sostituiti con strumenti innovativi) ma che continuerà ancora.

Passando alla sezione “strade”, viene qui raccontata l’attività svolta dal 2015 ad oggi comprensiva di “piani-strade” con elenco specifico degli interventi compiuti e di quelli programmati. “Per dire ai perugini che tanto si è fatto, ma che molto ancora è in previsione”.

L’assessore ha tenuto a precisare che direttamente dal portale del Comune sarà possibile scaricare l’app utile per effettuare in tempo reale le segnalazioni all’Ente su strade, punti luce e quant’altro ritenuto utile dalla cittadinanza. Uno strumento, dunque, in grado di avvicinare ancora i cittadini al Comune.

In conclusione di intervento, l’assessore ha voluto riferire che da un computo dei lavori (in corso, completati o programmati) emergono a Perugia interventi per oltre 100 milioni di euro; un risultato straordinario che la città è stata in grado di produrre a conferma di una eccezionale vitalità e capacità operativa.

A chiudere la conferenza stampa con le considerazioni finali è stato il sindaco Andrea Romizi secondo cui il nuovo sito è all’avanguardia rispetto a tanti altri portali istituzionali presenti in rete, spesso noiosi e nei quali è difficile orientarsi per la loro organizzazione poco stimolante. Invece a Perugia si è scelto di lavorare duramente per presentare un progetto di alto respiro, mettendo le mani sul vecchio sito per gradi, partendo cinque anni fa dalla sezione turismo e cultura per poi passare al portale ambiente/smart city fino ad arrivare oggi al restyling completo ed all’avvio del portale lavori pubblici. I dati di gradimento e degli accessi confermano che ben si è lavorato nell’ottica della massima trasparenza e dell’utilità in favore dei cittadini.

Il sindaco ha specificato che l’apertura del portale “lavori pubblici” rende il Comune davvero trasparente perché navigando in tale sezione è possibile conoscere nei minimi dettagli cosa si sta facendo, cosa si è fatto e cosa si farà. Una sezione in continuo divenire che, partendo dall’oggi, verrà potenziata ed aggiornata così da fornire una visione completa della città dati e numeri alla mano.

Il primo cittadino ha espresso, quindi, ammirazione per tutti coloro che hanno lavorato al sito, strumento più unico che raro a livello nazionale di cui andare orgogliosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori pubblici, per il Comune di Perugia un "bilancio" da 100 milioni di euro in opere

PerugiaToday è in caricamento