rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

Ciao, Leonetto Medici: scompare il professionista perugino che ha fatto la storia del reportage fotografico

Insieme al fratello Urbano, fu titolare di uno dei più prestigiosi studi fotografici perugini

Ciao, Leonetto. Scompare il professionista perugino che ha fatto la storia del reportage fotografico. Insieme al fratello Urbano, Leonetto fu titolare di uno dei più prestigiosi studi fotografici perugini. La magnifica coppia era capace di passare dalla fotocronaca giornalistica, su eventi sportivi e di attualità, fino alla foto pubblicitaria.

Alla loro scuola si sono formati professionisti come Giancarlo Belfiore, lattato alla fotografia e alle tecniche dello sviluppo e della stampa. Servivano Comune, Enti pubblici, Agenzie, seguivano lo sport, il Giro, Miss Italia… e tanto altro.

Dice Giancarlo: “Sono loro debitore di tanta professionalità. Li ricordo con immutato affetto e senso di amicizia”. Avevano la sede in Palazzo Ajò, all’ultimo piano. Redazione de “Il Tempo”, con personaggi come Giancarlo Scoccia, Peppe Occhioni, Maurizio Moretti, amici e collaboratori. Interminabili chiacchierate, partite a carte, sfottò. Qualche puntatina sulla politica, tanto per ridere.

Leonetto, toscanaccio dalla battuta pronta e dall’ironia puntuta, era una miniera di aneddoti. Capace di scherzi brillanti e atroci, ricambiato da tutti… “pan per focaccia”.

Dopo la pensione, continuava a frequentare alcuni vecchi amici, fra i quali Giulio Bartolucci, perugino dal corpo gigantesco e dal cuore grande, amico e fine dicitore della pagina del poeta-avvocato Giampiero Mirabassi.

Leonetto si era formato sul campo, con passione e volontà. Amava l’arte e collezionava tele di pittori da lui seguiti nelle mostre. La sua casa aveva intere pareti ricoperte di opere belle.

Abbiamo passato tante serate a giocare a carte, con amicizia e allegria… anche quando giocavamo di soldi, sotto le feste natalizie. Fra una fetta di panettone e un prosecchino, con battute memorabili.

Ora “di là” – se un “aldilà” esiste – vedo Leonetto che mischia le carte, pronto a una scopa o a un 151 col Peppe Occhioni. Ridendo di noi che stiamo “di qua”, presi dalle frenesie di questo tempo.

Le esequie lunedì mattina, ore 9, alla chiesa di San Filippo Neri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciao, Leonetto Medici: scompare il professionista perugino che ha fatto la storia del reportage fotografico

PerugiaToday è in caricamento