menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ci ha lasciati Maria Europa Giostrelli, per gli amici semplicemente "Pina"

Moglie del grande fotografo Paolo Ficola, la sua scomparsa segna dolorosamente il mondo artistico perugino

Ci ha lasciati Maria Europa Giostrelli, per gli amici semplicemente Pina, moglie del grande fotografo Paolo Ficola. Una scomparsa che segna dolorosamente il mondo artistico perugino. Pina era infatti compagna e complice di Paolo, col quale ha condiviso una vita di arte e di amore indefettibili.

Era dotata di un forte temperamento artistico, Pina. Amava l’arte, la poesia e la letteratura in genere. Nutriva una speciale predilezione per la musica, coltivata a livello alto, semiprofessionale. Possedeva una voce educata e potente. Era cresciuta con la passione musicale in casa.

Ci ricorda l’amico Diego Mencaroni che il padre Gino Giostrelli e suo fratello Nello, chiamati i Marroni, erano punta di diamante della Brigata Pretolana. “La loro specialità consisteva nell’aver recuperato, fra i canti ‘al batocchio’ il canto ‘alla mietitora’ che attirò l’interesse di etnomusicologi a livello nazionale”.

Ci piace pensare - e probabilmente così è avvenuto - che Pina, fin da piccola, intonasse le canzoni della tradizione popolare, tramandate dai nonni e dal papà.

Pina aveva lavorato come impiegata all’Istituto per geometri, ma si era soprattutto dedicata a seguire la vicenda artistica e imprenditoriale dell’amatissimo Paolo, che la ricambiava di un amore dazionale e assoluto. Era normale vederla al laboratorio, impegnata in lavoro amministrativo e contabile, ma anche interessatissima all’opera di Paolo, sempre attenta all’estetica, che ha saputo egregiamente coniugare con l’etica. E il sorriso. Che era la sua caratteristica peculiare: un sorriso pulito e discreto, come la sua persona.
La ricordo giovanetta, quando veniva a scuola su da Ponte Felcino col postale o col noleggiatore, come si usava allora. Era sempre carina, riservata.

Dopo una malattia lunga, dolorosa, straziante, lascia nella costernazione e nel cordoglio i tanti amici. Ma soprattutto il figlio Fabio, stimato docente di economia. E Paolo, il nostro Paolo, uomo e artista di livello eccezionale. L’ultimo saluto lunedì alle 11:00, alla chiesa di Santa Lucia.

Ciao, Pina, ci mancherà il tuo sorriso dolce e riservato, il tuo sguardo attento, la grande educazione e il garbo cui hai sempre improntato il tuo agire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento