Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Domani (12 settembre) il Santissimo Nome di Maria, cui Perugia è legatissima per più d’un motivo

La Madonna delle Grazie è protettrice della città e dell’Archidiocesi e la sua venerata icona (con relativo altare) è dipinta sulla terza colonna a destra della cattedrale di San Lorenzo

Domani, 12 settembre, si celebra il Santissimo Nome di Maria, cui Perugia è legatissima per più d’un motivo. Innanzitutto, la Madonna delle Grazie è protettrice della città e dell’Archidiocesi. In secondo luogo, non è priva di rilievo la circostanza che la sua venerata icona (con relativo altare) sia dipinta sulla terza colonna a destra della cattedrale di San Lorenzo. L’opera è attribuita a Giannicola di Paolo, nato nel rione di Porta San Pietro e allievo del Perugino. Lo stesso Giannicola è anche autore di un affresco che ritrae la Vergine, conservato nella  Chiesa di Sant’Agostino. 

Secondo il priore dei canonici della cattedrale, il filosofo monsignor Fausto Sciurpa, sarebbe corretto definire la Vergine Santissima come Madonna “della Grazia”. La Vergine fu segnatamente invocata quale protettrice in occasione dello storico terremoto che sconvolse la città. Nella stessa occasione, un santo di cui si invocò la protezione è pure san Fiorenzo, la cui chiesa e relativo convento sono posti in fondo a via Alessi, alla confluenza con via della Viola.

In occasione della Festa, si ripeterà il rito della “calata” del Sant’Anello. Reliquia sulla quale ci siamo più volte soffermati su queste colonne. È d’interesse notare che è stato recentemente rinnovato il Consiglio della Venerabile Confraternita del Santissimo Sacramento, di San Giuseppe e del Santo Anello della chiesa cattedrale, ricostituita solo quattro anni fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani (12 settembre) il Santissimo Nome di Maria, cui Perugia è legatissima per più d’un motivo

PerugiaToday è in caricamento