Il cardinale Bassetti dalla parte degli ultimi: dalla visita ai detenuti al pranzo con i poveri. Il 24 messa grande in Duomo

Il messaggio del Cardinale: “Desideriamo avvicinarci al Natale rinvigorendo la nostra speranza. La speranza dei miti e dei piccoli, dei semplici e dei poveri”

“Desideriamo avvicinarci al Natale rinvigorendo la nostra speranza. La speranza dei miti e dei piccoli, dei semplici e dei poveri”. E’ un passaggio del messaggio augurale del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, alla Chiesa italiana. Un messaggio che trova concretezza negli appuntamenti natalizi del presule in Diocesi. Venerdì 21 dicembre il cardinale andrà a fare visita ai detenuti in carcere di Capanne.

Quest’appuntamento è preceduto, giovedì 20 dicembre (ore 21) in cattedrale, dalla Veglia di preghiera d’Avvento dei giovani con il cardinale, promossa dagli Uffici diocesani per la pastorale giovanile e per le vocazioni sul tema “Tutte le generazioni mi chiameranno beata”. Durante la veglia il cardinale conferirà ad alcuni giovani seminaristi il ministero dell’accolitato e del lettorato.

Sempre venerdì 21 (ore 11.30), si svolgerà in arcivescovado il tradizionale “scambio degli auguri” tra il cardinale e i collaboratori degli Uffici di Curia e dei vari Enti diocesani. Come è consuetudine il cardinale celebrerà la messa di mezzanotte della vigilia di Natale nella cattedrale di San Lorenzo, così anche la solenne celebrazione eucaristica del 25 dicembre (ore 11), mentre di pomeriggio sarà a Città della Pieve per celebrare la messa (ore 18) nella concattedrale dei Santi Gervasio e Protasio.           

Anche quest’anno si ripete l’appuntamento del “Pranzo di Natale” offerto dal cardinale a quanti sono soli o senza fissa dimora, frequentatori abituali delle parrocchie del centro storico, alle persone che vivono tutto l’anno nelle opere segno diocesane e agli assistiti dei progetti corridoi umanitari e accoglienza richiedenti protezione internazionale. Altro appuntamento al quale il cardinale partecipa da sempre è la festa della Sacra Famiglia di Nazareth, promossa dall’Ufficio diocesano per la pastorale familiare, in calendario domenica 30 dicembre (ore 11), presso la chiesa parrocchiale di San Sisto intitolata alla Sacra Famiglia.

Nel giorno di San Silvestro, lunedì 31 (ore 18), il cardinale presiederà la celebrazione del Te Deum di ringraziamento in cattedrale; mentre il pomeriggio di capodanno, martedì 1 gennaio (ore 18), giorno in cui la Chiesa celebra l’annuale Giornata mondiale della Pace, sempre in cattedrale, presiederà la messa del Veni Creator.

Primo appuntamento pastorale del nuovo anno, il cardinale lo riserva ai pazienti e al personale sanitario dell’Hospice di Perugia, in calendario giovedì 3 (ore 11), una struttura fiore all’occhiello del Servizio sanitario pubblico (Usl 1 Umbria). 

A conclusione delle festività natalizie viene riproposta la Sacra rappresentazione dell’Arrivo dei re Magi in cattedrale nel giorno dell’Epifania del Signore, domenica 6 (ore 16), animata dalle famiglie dell’Unità pastorale di Prepo-Ponte della Pietra-San Faustino. Durante la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale faranno ingresso i Magi. Seguirà una processione verso la Sacra Famiglia accompagnata da musiche e canti natalizi con la distribuzione di piccoli doni a tutti i bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento