Attualità

Centro congressi occupato dal Tribunale, la riunione dei docenti del Capitini si fa in albergo

Affittato l'auditorium di un hotel perugino per poter svolgere la riunione dei professori con il preside per mettere a punto le attività didattiche del nuovo anno scolastico

Il centro congressi del Capitini destinato ad uso aula di tribunale ha suscitato polemiche e proteste. Adesso si passa alla fase del disagio, a pochi giorni dall’apertura dell’anno scolastico.

Dirigente scolastico, professori, genitori e alunni hanno bocciato la soluzione prevista nell’accordo Provincia di Perugia (proprietaria della struttura) e del Tribunale di Perugia per utilizzare il centro congressi per le udienze penali. Situato al centro della struttura scolastica, porta con sé tutti i problemi di logistica, transito a piedi di docenti e studenti, parcheggio, via vai di detenuti, avvocati e guardie penitenziarie.

In tempi di emergenza sanitaria, di necessità del distanziamento, l’aula magna del centro congressi avrebbe consentito lo svolgimento di diverse attività scolastica, ma con questo accordo non è possibile.

E in questi giorni il dirigente scolastico si è visto costretto ad organizzare per via telematica gli incontri dei dipartimenti e dei collegi con i docenti. Un incontro in presenza, però, è necessario prima dell’avvio dell’anno scolastico. E così il preside Improta si è trovato costretto a prendere in affitto una sala esterna, in una struttura privata.

Il 10 settembre alle ore 15, infatti, i docenti sono convocati presso l'auditorium dell'Hotel Giò Jazz di Perugia per lo svolgimento del secondo collegio dei docenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro congressi occupato dal Tribunale, la riunione dei docenti del Capitini si fa in albergo

PerugiaToday è in caricamento