menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A chiudere la radiosa giornata del XX Giugno, la visita all'appartamento di Aldo Capitini

A chiudere la radiosa giornata del XX Giugno, la visita all’appartamento che fu abitato dalla famiglia di Aldo Capitini

A chiudere la radiosa giornata del XX Giugno, la visita all’appartamento che fu abitato dalla famiglia di Aldo Capitini, il cui padre era custode, responsabile della gestione della torre campanaria e incaricato di attivare i rintocchi del campanone. Visita propiziata da un’introduzione di Giuseppe Moscati, che di Capitini è studioso qualificato.

Moscati – presidente della Fondazione Centro Studi Aldo Capitini – accenna alla laicità del filosofo (“che non è laicismo”, sottolinea). Propone il concetto di omnicrazia (potere di tutti) come scelta autenticamente democratica, e ricorda il motto dei COS (Centri di Orientamento Sociale): “ascoltare e parlare”.

Rammenta che nello studiolo di Capitini confluì il più e il meglio dell’intelligenza antifascista nazionale (Bobbio, Calogero, Codignola, Binni…). Poi si sale fino all’ultimo piano del palazzo. Qui si trova lo studiolo che – spiega Lanfranco Binni – doveva essere diviso dal resto tramite una parete, oggi abbattuta. È bello affacciarsi a quella finestra e lasciarsi sedurre dalla magia del panorama.

Da quella finestra, Capitini allargava lo sguardo su Assisi e sulle prospettive urbane. Forse fu proprio qui che concepì il concetto di “apertura”. E – aggiunge lo studioso capitiniano e filosofo Claudio Francescaglia – come Dottori realizzò l’“aeropittura”, Capitini, illustre conterraneo, da qui prefigurò l’“aeroapertura”.

Il concetto di “compresenza dei morti e dei viventi” ieri era vivo e si avvertiva nelle sale sottostanti l’appartamento dove egli visse ed elaborò il suo pensiero politico e sociale, ispirato ai principii della nonviolenza. Una grande giornata, una grande memoria. Di cui andare orgogliosi e che ci piace portare al petto come una medaglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento