Attualità

Caso Suarez: Regione, Comune e Provincia di Perugia chiedono "un passo indietro" ai vertici della Stranieri

I rappresentanti delle istituzioni umbre hanno avuto un colloquio con il ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi

Regione Umbria, Comune e Provincia di Perugia chiedono ai vertici dell'Università per Stranieri indagati e sospesi per otto mesi dalle funzioni "un atto di responsabilità" che porti "a fare un passo indietro, per il bene e nell’interesse dell’Università per Stranieri di Perugia".

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, e il sindaco del capoluogo, Andrea Romizi, si sono riuniti questa mattina e hannoa vuto un colloquio con il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, proprio sulle vicende che riguardano una delle più importanti istituzioni culturali cittadine, che è stata e dovrà continuare ad essere fiore all’occhiello per l’intera regione. 

Caso Suarez, il gip: "Spregiudicatezza nel compiere illeciti amministrativi, sfacciato favoritismo verso il campione"

Senza toccare le vicende giudiziarie che seguiranno il loro naturale corso in Tribunale e Procura, gli esponenti delle tre istituzioni umbre "ritengono unanimemente necessario che vi sia un rapido avvicendamento della governance e della struttura amministrativa universitaria al fine di tutelare al meglio l’immagine, il funzionamento ed il futuro dell’Università per Stranieri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Suarez: Regione, Comune e Provincia di Perugia chiedono "un passo indietro" ai vertici della Stranieri

PerugiaToday è in caricamento