Carlo Acutis, un ragazzo in jeans e maglietta nella schiera dei Beati

Oggi ad Assisi la Chiesa ha proclamato beato il 15enne milanese morto dopo una rapida malattia nel 2006 e innamorato dell'Eucarestia; in lui un esempio bello e possibile di vita felice per i giovani di questo tempo

Una folla composta e rispettosa delle normative anti Covid, ma non per questo meno festosa ha celebrato oggi ad Assisi la beatificazione di Carlo Acutis, giovane ragazzo milanese morto solo14 anni fa, il 12 ottobre 2016, ad appena 15 anni a causa di una leucemia fulminante. La celebrazione si è svolta nella Basilica Superiore di San Francesco, ma i fedeli hanno potuto seguirla in contemporanea da altre cinque piazze della città, dove sono stati predisposti maxi schermi e ministri dell'Eucarestia per vivere la liturgia. 

Emozionante il momento iniziale, con i genitori del giovane beato che hanno portrato all'altare la reliquia del cuore di Carlo, che verrà conservata presso il Santuario della Spoliazione, sempre in Assisi, dove riposa anche il corpo di Carlo, traslato nel 2019 dal cimitero assisano al santuario che egli soleva frequentare nelle sue vacanze estive, che amava trascorrere nella città di San Francesco.

Carlo era anche molto appassionato di informatica e da autodidatta aveva imparato la programmazione web, costruendo siti web per alcune parrocchie della sua città e per promuovere la conoscenza del Vangelo. 

Bello che un giovane così vitale, sorridente in ogni foto che lo ritrae, empatico e pieno di risorse sia salito all'onore degli altari: un esempio positivo da imitare a tanti giovani in cerca di punti di riferimento. Con la sua attenzione per ogni persona, con il suo aiuto a chi era in difficoltà - fosse un compagno di classe o i clochard della sua città, Milano, a cui Carlo portava la sera pasti caldi e coperte - questo giovanissimo era sempre sorridente e positivo, amava la vita e aveva una grande attrazione per la fede, che viveva con spontaneità e profondità fin da piccolissimo. Carlo non era nato in una famiglia particolarmente praticante, come racconta spesso la mamma Antonia nelle testimonanze che da anni è chiamata a fare in Italia e all'estero, ma il suo amore per Gesù Cristo e in particolare per l'Eucarestia era qualcosa di travolgente. Così travolgente che nel giro di pochi anni dopo la sua prematura morte, in molte parti del mondo la sua storia è conosciuta e in molti si rivolgono ad Acutis per chiedere una grazia. E Carlo dal Cielo ne concede, tanto che la Congregazione per le Cause dei Santi ha riconosciuto il miracolo della guarigione di un bambino di 4 anni in Brasile, in fin di vita: per lui i parenti hanno invocato con fede il miracolo per interecessione di Carlo e la guarigione insipegabile è avvenuta. Anche per questo, oltre che per l'incredibile e rapida diffusione del suo luminoso esempio e della devozione verso la sua figura, la Chiesa ha ritenuto opportuno scivere il suo nome tra la schiera dei beati e c'è già chi lo chiama "il patrono di internet".

Dopo la beatificazione di oggi, fino al 17 Ottobre ad Assisi sarà possibile visitare le spoglie mortali di Calro Acutis, esposte presso il Santuario della Spogliazione. Lunedì 12 Ottobre, giorno della memoria liturgica di Carlo, il vescovo di Assisi Mons. Domenico Sorrentino, celebrerà alle 18 la Messa nello stesso luogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

  • La Tesei firma l'ordinanza: scuola, mezzi pubblici, assembramenti centri commerciali, alcol e stop sale slot

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento