menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regala un libro ai detenuti, l'iniziativa di Elsa Perugia per la giornata dei diritti umani

Centro di raccolta presso la copisteria Nero su Bianco oppure via mail

Elsa Perugia ha promosso una raccolta di libri, in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani, destinati ai detenuti del carcere di Capanne.

La Giornata mondiale dei diritti umani è una celebrazione sovranazionale che si tiene in tutto il mondo il 10 dicembre per ricordare la proclamazione, da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, della Dichiarazione universale dei diritti umani, avvenuta a Parigi il 10 dicembre 1948.

elsa libri2-2L'associazione Elsa lotta per il rispetto della dignità umana e la corretta applicazione della legge, come sancito dall'articolo 27 della Costituzione che indica come fine della pena quello rieducativo e noi vogliamo dare il nostro contributo perché questo avvenga.

Per questa occasione Elsa Perugia ha organizzato una raccolta di libri, nuovi ed usati in buone condizioni, da donare alle detenute ed ai detenuti del carcere di Perugia, Capanne.

Nel caso in cui non sia possibile recarsi alla raccolta, contattare la seguente email per accordarsi e donare: president.perugia@it.elsa.org.

Hanno deciso di sostenere tale progetto Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani - Sezione Umbria, Amnesty International Italia -  Sezione Umbria, Antigone - Per i diritti e le garanzie nel sistema penale - Umbria, Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia, Copisteria Nero su Bianco, che ospiterà la raccolta.

"Un ringraziamento speciale al professor Stefano Anastasia, Garante dei diritti delle delle persone detenute o private della libertà personale per essersi messo a nostra disposizione nell'organizzazione di tale progetto - si legge in una nota di Elsa Perugia - Ringraziamo tutti coloro i quali, grazie al passaparola, hanno già donato, oltre a tutti quelli che verranno alla nostra raccolta. Ringraziamo la direttrice del carcere di Capanne, Bernardina di Mario e la responsabile dell'Area trattamentale, Maria Sole Fasano per la preziosa collaborazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento