Corteccia, cassette di frutta, verdura e fantasia: ecco i presepi realizzati dai detenuti di Capanne

Delle vere e proprie opere d’arte, quelle realizzate a mano dai due detenuti di origine partenopea che hanno lasciato spazio alla propria creatività e fantasia per comporre (e poi donare) i presepi

Materiali di recupero, corteccia e verdura, manualità, dedizione e tanta fantasia. Sono questi gli ingredienti con cui due detenuti di Capanne hanno eseguito ben otto opere dedicate alla Natività.

Delle vere e proprie opere d’arte, quelle realizzate a mano dai due detenuti di origine partenopea che hanno lasciato spazio alla propria creatività e fantasia per comporre (e poi donare) i presepi. Nel 2018 queste splendide opere sono state donate al museo di Città di Castello, al Sindaco e al Capo del dipartimento mentre quest’anno uno dei presepi è stato regalato alla comunità di Avendita, a Cascia.

Gli artisti che hanno realizzato i presepi sono detenuti che hanno la possibilità di eseguire lavori di pulizie nel reparto Esterno e nelle ore libere hanno deciso di dedicarsi a questo hobby anche grazie ai materiali donati dalle associazioni di volontariato, da suore, frati e dagli agenti di polizia penitenziaria. Iniziati a partire dal mese di novembre, sono circa otto le opere realizzate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento