Botti di Capodanno, occhio a non farsi rovinare la festa: tutti i consigli e i "divieti"

Con l’avvicinarsi del Capodanno tornano anche i prodotti pirotecnici, utilizzati in maniera diffusa per festeggiare l’arrivo del nuovo anno

Con l’avvicinarsi del Capodanno tornano anche i prodotti pirotecnici, utilizzati in maniera diffusa per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Si raccomanda, pertanto, di farne un uso più consapevole, sicuro e rispettoso, evitando i “botti” ad alta rumorosità e privilegiando, invece, articoli pirotecnici meno invasivi e pericolosi.

E’ fondamentale l’adozione di tutte le cautele e gli accorgimenti necessari, al fine di prevenire rischi per la propria e l’altrui incolumità. Come quello di non  acquistare prodotti non certificati, di leggere attentamente e rispettare le indicazioni riportate sulla confezione o suggerite dal commerciante. Evitare l’uso di articoli pirotecnici e, in particolare, dei botti in luoghi di aggregazione o comunque affollati, in aree a rischio di propagazione di incendi, in prossimità dei luoghi di cura e di culto e comunque in vicinanza di edifici ed aree a valenza storica, archeologica, architettonica, naturalistica o ambientale.

Massima attenzione dovrà essere rivolta alla presenza di bambini o di altri soggetti deboli, che dovranno essere tenuti sempre a debita distanza da chi fa uso di fuochi e in condizioni di sicurezza. Ogni anno, le statistiche evidenziano un numero elevato di incidenti, dovuti ad un utilizzo non appropriato dei prodotti pirotecnici. Si ricorda, inoltre, che i botti ad alta rumorosità producono alterazioni sul comportamento degli animali, non solo domestici, con ripercussioni sulla loro salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento