Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Camep, una befana di solidarietà

In occasione della ventesima edizione della Befana del Vigile una delegazione del Club Auto e Moto d’Epoca Perugino ha consegnato un assegno di 1000 euro al corpo dei Vigili Urbani di Perugia che sarà devoluto all’Istituto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia il 20 gennaio, in occasione della ricorrenza di San Sebastiano, patrono dei vigili urbani

La ventesima edizione della Befana del Vigile ha visto ancora una volta protagonista il Camep, Club Auto e Moto d’Epoca Perugino. Nonostante la crisi sanitaria, che non ha permesso il consueto raduno di auto e moto d’epoca nel centro cittadino,  il Club non ha voluto comunque mancare all’appuntamento scendendo in campo “in punta di piedi”, ma con la concretezza che ha già dimostrato in diverse occasioni. Non potendo organizzare il raduno nella sua configurazione più classica, ovvero con una concentrazione di veicoli storici nel centro cittadino, ha fatto in modo che una delegazione del Club, guidata dal Presidente Ugo Amodeo, potesse raggiungere il Comando della Polizia Municipale per consegnare loro un assegno di 1.000,00 euro che successivamente, in occasione della festa del patrono dei Vigili Urbani San Sebastiano che si celebra il 20 di gennaio, sarà consegnato al direttore dell’Istituto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale della Santa Maria della Misericordia di Perugia. Ha partecipato alla breve cerimonia nella sede della Polizia Municipale anche l'assessore Clara Pastorelli che non ha mancato di sottolineare come il Club perugino abbia sempre sostenuto l'iniziativa della Befana del Vigile, non solo per rendere omaggio al lavoro che la Polizia Municipale svolge giornalmente sulle strade della città, legando ma l'egando l'evento ad iniziative di solidarietà come accaduto anche in questa occasione. Quest’anno, per la prima volta, la manifestazione ha aderito all’iniziativa nazionale intitolata “La Befana dell’Asi”, una lunga diretta streaming che ha offerto a molti club l’opportunità di mostrare le svariate iniziative a sfondo benefico svolte in questa speciale domenica. Il covid 19, almeno questa volta, non è riuscito a fermare la solidarietà del motorismo storico e tantomeno il suo segnale di ottimismo che punta dritto al futuro.

Un po’ di storia della befana del Vigile 

La prima rievocazione della Befana del Vigile curata dal Club Auto Moto d’Epoca Perugino risale all’ormai lontano 6 Gennaio 2002. Il raduno aveva preso spunto da una tradizione risalente agli anni cinquanta, quando gli automobilisti il giorno della befana erano soliti consegnare dei doni ai Vigili Urbani per ringraziarli della loro opera di tutela prestata a favore della cittadinanza. Il Camep allora raccolse con entusiasmo l’invito del Corpo di Polizia Municipale di Perugia di aderire al sostegno di una borsa di studio intitolata a una vittima della strada, così conferendo questa volta alla manifestazione una caratterizzazione votata verso il sociale. Da allora l’iniziativa si è ripetuta puntualmente tutti gli anni raccogliendo un successo via via crescente, dimostrando che motorismo storico e solidarietà sono un connubio formidabile e vincente.
 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camep, una befana di solidarietà

PerugiaToday è in caricamento