Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Emergenza cinghiali a Perugia: autorizzata una 'speciale' braccata a ridosso del centro

Ordinanza del Comune: nella mattina di domenica (6 giugno) 15 cacciatori individuati dalla Regione entreranno in azione in località San Girolamo nelle circostanze del fosso di santa Margherita

Allarme cinghiali a Perugia, dove il sindaco Andrea Romizi ha firmato un'ordinanza per una 'speciale' battuta di caccia a ridosso del centro storico dopo che "è stata rilevata la presenza di cinghiali in ambito urbano ed in particolare in località San Girolamo nelle circostanze del fosso di santa Margherita" e considerando che "il perdurare della presenza di cinghiali in detta zona, con la possibilità che tornino a riprodursi incrementando il numero, determina il rischio di eventuali danni in un territorio completamente circondato da zone residenziali e strade con consistente volume di traffico".

L'uccisione dei cinghiali nella Consulta degli animali, insorge la Lav: "Inutile strage legalizzata"

A individuare l'area della braccata (racchiusa tra Via Enrico dal Pozzo-strada di Montevile a nord, e
Via San Girolamo a sud) e ad autorizzare 15 cacciatori (in possesso delle autorizzazioni per l’attività venatoria in corso di validità) è stata la Regione, e considerando che "a presenza di cinghiali in prossimità di zone densamente abitate e interessate da viabilità pubblico ad elevato traffico costituisce un pericolo effettivo per la sicurezza stradale e un concreto e reale rischio per la pubblica incolumità", il Comune di Perugia ha così emanato "un’ordinanza contingibile e urgente" valida per la giornata di domenica 06 giugno alle ore 7:00 alle ore 12:00.

Pochi cinghiali abbattuti, Bori denuncia: "In arrivo una beffa onerosa per i cacciatori umbri"

"Tali azioni dovranno essere effettuate nel rispetto di tutte le norme sulla sicurezza pubblica e nel rispetto della normativa in materia di prevenzione da Covid-19" si legge nell'ordinanza, la quale dispone l'interruzione immediata delle azioni "in caso di situazioni particolari che possano mettere a rischio la sicurezza degli operatori o di terze persone" e che "che pattuglie vengano disposte in via Enrico dal Pozzo – Strada di Montevile al limite nord, e in via San Girolamo al limite sud, allo scopo di poter intervenire a chiudere momentaneamente la circolazione se gli animali dovessero uscire dall’area di braccata individuata".

Cinghiali, Lega al contrattacco sul rincaro delle quote per i cacciatori: "Il Pd ha la memoria corta"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza cinghiali a Perugia: autorizzata una 'speciale' braccata a ridosso del centro

PerugiaToday è in caricamento