'Black Lives Matter', dagli Usa a Perugia: manifestazione in piazza per George Floyd

Gli attivisti umbri annunciano una mobilitazione contro il razzismo, a sostegno delle proteste dilagate negli Usa dopo la morte del 46enne afroamericano avvenuta durante un fermo di polizia

Nelle strade degli Stati Uniti d'America non si placano le proteste e continuano le manifestazioni in favore di George Floyd, l’afroamericano 46enne morto soffocato durante un fermo di polizia a Minneapolis. E dalle città americane l'eco delle mobilitazioni arriva fino a Perugia, dove un gruppo autonomo di ragazzi si mobilita nel segno di #BlackLivesMatter.

Domenica 7 giugno, a partire dalle ore 16 in Piazza IV Novembre, è infatti in programma una manifestazione in sostegno dei cittadini Usa che stanno protestando e lottando per rivendicare i propri diritti. Ad annunciarla in una nota gli attivisti perugini che si sono "uniti nella convinzione che, partendo dal basso e dalle giovani generazioni, è possibile sensibilizzare la cittadinanza e cambiare la società. L’adesione alla manifestazione è libera e coinvolge i soggetti più diversi, dai privati cittadini alle associazioni". 

Ripresa a settembre, ma la scuola umbra scende in piazza

Perugia si allinea quindi alle numerose azioni dimostrative che si stanno svolgendo su scala mondiale, per ribadire il rifiuto verso ogni forma di violenza, 'police brutality', razzismo e discriminazione. "Un’aggregazione pacifica - aggiungono gli organizzatori -, volta a promuovere una sensibilizzazione solidale e a dare spazio e parola alle minoranze e gruppi sociali che sono oggetto di discriminazione negli Stati Uniti, in Italia, a Perugia e nel mondo. Non è ammesso nessun episodio di violenza o disturbo pubblico: la manifestazione è rivolta a individui uniti per una causa specifica ed esclude ogni tipo di propaganda partitica. Tutti sono inoltre tenuti a rispettare l’obbligo di mascherine e le distanze di sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci sarà un discorso introduttivo seguito da 9 minuti di silenzio, dove i partecipanti si inginocchieranno tenendo il pugno alzato, come simbolo di protesta per l’omicidio di George Floyd. È prevista poi una 'open mic session' "aperta - concludono gli attivisti perugini - a tutti coloro che vorranno condividere le proprie storie riguardo ogni tipo di discriminazione o fatti e argomenti che possano favorire la sensibilizzazione generale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • INVIATO CITTADINO Perugia, città (ab)usata senza ritegno… nell’indifferenza generale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento