menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bevagna, l’opera di Andrea Camassei torna all’antico splendore

Il sindaco: "Un risultato straordinario. Abbiamo tanti gioielli in grado di affascinare i visitatori"

Prosegue l'attività di riqualificazione del patrimonio artistico del territorio di Bevagna. L’Amministrazione comunale sta recuperando una bellissima tela di Andrea Camassei, una delle opere più importanti all’interno della Pinacoteca.

Il dipinto, alto circa 3 metri, raffigura “l’Immacolata Concezione, l'Eterno tra angeli ed i Santi Andrea Apostolo, Bonaventura, Vincenzo Vescovo di Bevagna e Nicola da Tolentino”. 

I lavori, purtroppo interrotti nel periodo di emergenza sanitaria, sono curati dalla restauratrice Lorella Giovannelli, che ha lavorato negli anni passati a Bevagna su altre opere della pinacoteca civica e sugli affreschi della chiesa di Sant'Agostino. Il dipinto del XVII secolo al momento è nella fase della ripulitura e già si colgono dei particolari che prima erano nascosti dallo strato dei colori.

“L'opera – commenta Giovannelli - presentava uno stato di conservazione pessimo, sia del supporto in tela che degli strati preparatori e pittorici. Il restauro è attualmente alla fase di pulitura della pellicola pittorica. Si tratta di un dipinto di notevole qualità artistica e avvolto da suggestive vicende storiche”.

Una volta ultimata l’operazione di restauro, la tela sarà collocata nella ricchissima pinacoteca comunale, insieme ad altri capolavori che offrono al visitatore un'ampia testimonianza della produzione artistica e della devozione locale.

“Nel nostro paese tanti sono i gioielli che possiamo mettere in mostra per accogliere nel migliore dei modi i turisti – commenta il sindaco Annarita Falsacappa -, quei visitatori che sanno apprezzare la nostra cucina genuina, fatta con prodotti di qualità, la bellezza e la varietà del nostro paesaggio, oltre alla straordinarietà dei suoi monumenti e delle tante opere d'arte. E’ bene valorizzare quanto di bello ci circonda, il risultato di questo intervento di restauro, come si comincia a vedere, è straordinario. Per chi lo desidera l'opera in restauro potrà essere visionata dalla fine di giugno, previo appuntamento, contattando la segreteria del museo stesso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento