rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Attualità Bevagna

Bevagna, una pizza lunga 38 anni: il centro sociale Di Caprio e Aucc ancora insieme per la solidarietà

Nuova edizione del festival che sostiene l'attività dell'associazione per la lotta contro il cancro

La pizza alla “solidarietà” ha 38 anni ed è il frutto del connubio fra il centro sociale Di Capro e l’Associazione per la lotta contro il cancro, Aucc: a dare il calcio di inizio, nel 1985, è stata proprio una partita di calcetto, ideata e promossa dal comando dei vigili urbani di Bevagna e dei Comuni limitrofi e, in particolare, resa possibile dall’impegno dei vigili Francesco Ramazzotti e Rino Trabalza, alla presenza di Michele Nappi, calciatore del Perugia. E da allora, il sodalizio con Aucc non si è mai interrotto, anzi, si è fortificato sempre più. Il centro sociale ha, da sempre, unito il suo spirito e la sua mission volta all’aggregazione, alla socialità e alla convivialità, con quella più strettamente solidale, scegliendo Aucc come suo partner.

Il Festival della Pizza, in programma a Bevagna, al centro sportivo, dal 22 al 31 luglio, è uno dei modi per sostenere le attività dell’associazione. I dettagli dell’evento sono stati illustrati questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, dal presidente del centro sociale Di Capro, Giuseppe Farnese Proietti, dal vicepresidente Enrico Bastioli, dal presidente di Aucc, Giuseppe Caforio, alla presenza dell’assessore al Comune di Bevagna, Marco Gasparrini (Turismo e cultura).

“Abbiamo stima e fiducia nell’associazione e nella sua capacità di stare concretamente vicino ai pazienti e ai familiari”, ha sostenuto il presidente Farnese Proietti.

“In questi 38 anni – ha proseguito - abbiamo donato quasi 200mila euro all’associazione che ha saputo tradurre in servizi gratuiti, umanità, assistenza, capacità di stare accanto ai malati oncologici e ai loro familiari e, attività non secondaria, in ricerca, per donare un futuro di vita”. In particolare, “i proventi sono stati destinati – come spiega il vicepresidente Bastioli - nell’ambito di un accordo fra Usl Umbria 2, Aucc e Centro sociale Bevagna, a sostegno del servizio di psiconcologia e delle cure palliative presso il Centro salute di Bevagna per i malati di cancro”.

“Siamo onorati di questa partnership – ha affermato il presidente Caforio – una unione solida e solidale che rappresenta una unicità nel panorama regionale e, forse, anche nazionale. E’ una storia di costanza e coerenza, e come associazione abbiamo bisogno di certezze, anche per sostenere l’attività di ricerca e assistenza e ciò rappresenta il valore aggiunto di questo connubio. Dopo due anni di pandemia, registriamo molteplici difficoltà, a partire dalla carenza di medici e infermieri e allora serve un aiuto anche sul piano legislativo, fra cui l’abolizione del numero chiuso alla Facoltà di Medicina. Al Festival della pizza parleremo anche di questo”. Il presidente ha fatto riferimento all’importante iniziativa “Adotta un ricercatore”, sottolineando come “la ricerca e la prevenzione siano elementi fondamentali e ancor più la ricerca di base, quella che sta a monte e che nessuno vuole fare perché costa tanto. . Il 5x1000 è lo strumento principale con cui facciamo attività di ricerca e assistenza”. Infine ha ricordato come “Aucc e tutta la nostra comunità sia grata a Bevagna per questo grande gesto di altruismo e generosità. La comunità di Bevagna da decenni ci sostiene con forza e vorrei ringraziare anche i tanti volontari che rendono possibile il Festival e quindi la sua riuscita. Al Centro sociale e alla comunità di Bevagna dico che siete un esempio per tutti noi!”.

L’assessore Gasparrini ha commentato quanto queste iniziative siano “da esempio per tutti e come si possano coniugare la capacità di creare momenti di festa con attività più serie, in grado di sensibilizzare anche l’opinione pubblica sulla necessità dell’agire solidale”.

Il Festival propone serate fra musica, sport e divertimento, con un programma variegato e con un menu che punta non solo alla pizza, ma anche alle specialità tipiche umbre.

Il Centro Sociale è diventato anche sede del comitato Aucc di Bevagna, facilitando l’offerta dei servizi socio-sanitari. In particolare è stato attivato il servizio gratuito di psiconcologia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bevagna, una pizza lunga 38 anni: il centro sociale Di Caprio e Aucc ancora insieme per la solidarietà

PerugiaToday è in caricamento