menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO "Consumate le suole", Bassetti rilancia la bella metafora di Papa Francesco e di Marcello Monacelli

Festa liturgica del Santo patrono dei giornalisti, San Francesco di Sales, celebrazione nella chiesa cattedrale

“Consumate le suole”, Bassetti rilancia la bella metafora del Santo Padre e di… Monacelli. Viene così in mente il consiglio del principe dei giornalisti perugini, Marcello Monacelli.

Festa liturgica del Santo patrono dei giornalisti, San Francesco di Sales, celebrazione nella chiesa cattedrale.

Un’omelia (pubblicata integralmente qui) in cui il cardinale Gualtiero Bassetti condivide l’incitamento di Papa Francesco, assecondato, con un cenno di capo, dal filosofo don Fausto Sciurpa, priore dei Canonici della cattedrale e concelebrante.

Ad ascoltare Bassetti una piccola assemblea, la cui esiguità è legata – dice il cardinale – al maltempo che martella la città e ai timori della pandemia.

Fra i presenti, il presidente dell’ordine dei Giornalisti dell’Umbria Roberto Conticelli, Piero Caligiani, Monica Rosati, Gianfranco Ricci, Massimo Duranti, Pasquale Punzi con telecamera e una piccola pattuglia di fedeli. Naturalmente, anche per dovere d’ufficio, la direttrice Maria Rita Valli, l’addetto stampa Riccardo Liguori, il segretario Amilcare Conti.

La parte più legata alla professione di “comunicatori” è connessa al dovere di ricerca della verità, verifica delle notizie, dialogo con le persone.

Insomma: la condanna netta del giornalismo da desktop, i copia-incolla da comunicato, la massificazione corrente che propone giornali fotocopia.

Insomma: una lezione di giornalismo di rango. Mi sia permesso di ricordare che questi incitamenti del Papa, ripresi dal Cardinale, si rifanno (certo per condivisione di idee) a quanto, tanti anni fa, ci diceva il Maestro Marcello Monacelli, che tanto ruolo ha svolto nella formazione dei giovani colleghi.

Diceva Marcello: “Ricordate che il giornalismo è più questione di gambe che di testa”. Intendendo con questo affermare che non si può certo prescindere dalle doti di scrittura e di analisi, ma che le notizie vanno cercate, non attese in redazione.

Una lezione cui, personalmente, ho sempre cercato di attenermi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento