AVIS Magione lancia l'appello: "Venite a donare il sangue, siete al sicuro"

Il drastico calo delle donazioni di sangue in Umbria come in tutto il Paese mette in difficoltà il lavoro dei sanitari sia nell'emergenza da Covid-19, sia nelle attività di cura ordinaria. E' urgente donare

L'Avis Magione, come tutti i presidi della donazione di sangue in queste ore, lancia un appello ai donatori e a tutta la cittadinanza, avendo registratro un drastico calo delle donazioni in queste ultime settimane, sia in Umbria, sia su tutto il territorio nazionale.
“In Italia ogni giorno 1800 persone hanno bisogno di trasfusioni – spiega il presidente di Avis Magione Roberto Taborchi – il nostro quotidiano impegno serve a garantire l’autosufficienza ospedaliera, anche e soprattutto in una situazione così difficile. È un momento delicatissimo per le nostre strutture, che con le risorse a disposizione devono garantire adeguato supporto a questa inedita epidemia, senza tralasciare l’attività ordinaria e le urgenze di altra natura; per funzionare, il sistema sanitario non può prescindere dalle donazioni di sangue e plasma, senza le quali il sistema collasserebbe in modo irreparabile”.
“L’influenza stagionale – prosegue Taborchi– aveva già condizionato gli accessi nelle ultime settimane; il diffondersi del virus ha accentuato ulteriormente questa flessione, anche a causa dei timori che qualche donatore ha manifestato nell’avvicinarsi all’Ospedale. Vogliamo quindi ribadire una volta di più che i nostri Centri di raccolta sono sicuri e che la salute del donatore è sempre tutelata, ora anche dall’adozione di misure di controllo e sicurezza ulteriori e più scrupolose, in accordo a quanto indicato dai recenti DPCM; in fase di accettazione viene anche effettuato un primo “screening” del donatore, che comprende la misurazione della temperatura corporea. Per fronteggiare la carenza, la nostra sezione di Magione ha rafforzato ulteriormente l’attività di chiamata, indispensabile anche ad effettuare un primo “triage” del donatore, ed avere conferma del buono stato di salute e dell’assenza di contatti con persone contagiate, eventualità che comporta una sospensiva di 28 giorni”.

Il contributo dei giovani


“Stiamo ricevendo risposte importanti dai giovanissimi – conclude –, e questo ci riempie di orgoglio e soddisfazione; nella difficilissima prima settimana di marzo tre ragazzi del 2000, poche ore dopo essere stati contattati da noi, si sono recati al Sit di Perugia, dando il loro fondamentale contributo. Un esempio che vogliamo usare per fare appello alla sensibilità di tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per prenotare la donazione di sangue o  di plasma è possibile scrivere sulle pagine Facebook ed Instagram dell'AVIS Magione o chiamare allo 075 841159. Anche chi non avesse mai donato prima, può provare in questa situazione quanto sia prezioso il proprio contributo per il bene degli altri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Un'azienda perugina protagonista al matrimonio vip di Elettra Lamborghini sul Lago di Como

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Super vincita in Umbria, con un biglietto da 5 euro porta a casa 500mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento