Mamme, avete bisogno di aiuto e consigli? Nasce il gruppo Facebook con un team di esperti

Il progetto di una giovane mamma di 23 anni nato per dare un aiuto alle altri madri alle prese con i bimbi e con mille dubbi

Pappe, pediatri, svezzamento, allattamento. Non è facile districarsi nel variegato e bellissimo universo che gravita attorno a un neonato. Spesso, sono tanti i dubbi che attanagliano le donne alle prese con la prima gravidanza e il primo figlio. Ecco perchè una giovane mamma e studentessa di 23 anni, Bianca Quaresimin, ha deciso di creare un gruppo Facebook per facilitare la vita a tutte le madri che hanno bisogno di un confronto, di un aiuto, di un consiglio. 

Come funziona?  Basta scrivere la domanda, e l'esperto più adatto al quesito formulato, risponderà. “Lo scopo della mia iniziativa – spiega l’ideatrice - è dare un aiuto concreto alle mamme che si trovano in difficoltà nella quotidianità e in qualsiasi aspetto che riguardi la maternità: l'allattamento, la gravidanza, i bambini”. Del gruppo fa parte un team di esperti: una pediatra, due ostetriche, una psicologa, una psicoterapeuta, un farmacista, una ginecologa e due consulenti. 

Il gruppo, "Consulenze specialistiche gratuite per mamma e bambino", offre un servizio h24 e può rappresentare un valido ausilio alle donne che affrontano le gioie, ma anche i dubbi, legati alla maternità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento