menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando un poeta perugino commenta in versi come si fa a prendere l'autobus a Perugia

Il qr code e le difficoltà per gli utenti anziani o poco al passo con i tempi tecnologici al centro di un componimento di Gian Paolo Migliarini

Quando un poeta perugino commenta in versi le notizie di Perugia Today. È accaduto più d’una volta, e accade ancora, che lo scrittore perugino Gian Paolo Migliarini, poeta “laureato del Dónca” e vincitore di numerose tenzoni letterarie, oltre che attento lettore dei nostri servizi, volgesse le nostre note in rima, traendone ispirazione per arguti epigrammi.

Stavolta Gian Paolo è stato colpito dalla notizia (che potete leggere qui) relativa all’apposizione del QRcode, affisso alle paline che dovrebbero riportare, in chiaro, gli orari dei servizi di trasporto pubblici. Tutto è divenuto misterioso e complicato per un buon numero di utenti. Alla faccia della chiarezza e facilità d’informazione.

Si tratta di un composizione breve, satirica, intrisa dell’umorismo perugino, aguzzo e sornione, come solo è quello in possesso dei cittadini della Vetusta.

In sostanza, rifacendosi alla notizia, Migliarini sostiene che quel quadratino con geroglifici funziona “si i fè n bell arsumijo”, ossia un ritratto fotografico, uno scatto col telefonino. Poi – aggiunge – per salire sul pullman, “basta na laurea e mpò de c***”. Leggetela e giudicate voi il livello di veridicità e il tasso di ironia. Tanta e al posto giusto.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento