Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Nuoto e pittura le passioni di Chiara, che ora ha un tifoso speciale: "In te vedo l'Umbria migliore"

Marco Squarta, presidente dell'assemblea legislativa regionale, dopo il dono della 17enne atleta affetta da autismo: "Un disegno stupendo, verrò presto a vederti in piscina"

Sport e arte, il nuoto e la pittura. Sono queste le passioni di Chiara Andidero la cui storia ha toccato Marco Squarta, presidente dell'assemblea legislativa Umbria, che a questa 17enne perugina affetta da autismo ha dedicato un post sui propri profili social.

"Questa è una bella storia che mi ha emozionato tanto e le belle storie meritano di essere raccontate - scrive Squarta -. Oggi ho conosciuto Chiara e i suoi splendidi genitori. Lei è una ragazzina come tante, ha 17 anni e frequenta il liceo artistico, ama il nuoto e gareggia anche in competizioni nazionali rappresentando l’Umbria su e giù per l’Italia con Amatori Nuoto Perugia. È salita sul podio innumerevoli volte portando a casa una quantità ragguardevole di medaglie e titoli. Una passione nata per caso con l’unica volontà di imparare a nuotare. Ma si sa, a volte il caso si trasforma in qualcosa di diverso per consegnarci una chiave di volta e svolta. Sì, perché questa ragazza straordinaria è affetta da autismo e non avrebbe mai immaginato di riuscire a diventare un punto di riferimento a livello agonistico per la sua Regione. Unica atleta Fisdir umbra e simbolo di inclusione e coraggio".

Neurosviluppo e autismo, Squarta: "Con questa legge l’Umbria sarà la regione più evoluta d’Italia"

Traguardi che Chiara si è conquistata con spirito di sacrificio e forza di volontà: "Neanche ottenere la diagnosi d’autismo è stato semplice continua il presidente del consiglio regionale -. Nulla è semplice per chi vive quella realtà. Non è facile l’ingresso a scuola, non è agevole la vita sociale, non è comoda un’esistenza che va costruita piano piano in mezzo all’amore, non scontato, dei propri affetti. Chiara aveva un talento speciale e un’abilità artistica fuori dal comune, nuota ma dipinge anche, e la sua famiglia ha fatto in modo di aiutarla a sviluppare attitudini che altrimenti sarebbero rimaste nascoste. Oggi mi ha regalato un suo disegno davvero bellissimo!"

Poi una promessa a lei e ai ragazzi nella sua stessa condizione: "Ecco - conclude Squarta - io voglio aiutare i ragazzi come Chiara a ridurre quel tratto di strada in più che sono costretti a fare, rallentati spesso dalla burocrazia, o dalla diffidenza, o dai pochi servizi che mettiamo loro a disposizione. È un dovere sociale difendere il loro diritto alla realizzazione personale. Grazie Chiara, continua a renderci orgogliosi dei tuoi successi. Rappresenti, insieme ai tuoi genitori, l’Umbria migliore! Verrò presto a vederti in piscina!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuoto e pittura le passioni di Chiara, che ora ha un tifoso speciale: "In te vedo l'Umbria migliore"

PerugiaToday è in caricamento