menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove tariffe del servizio idrico, c'è il via libera dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente

Per il quadriennio 2020-2023 previsti circa 220 milioni di euro da utilizzare per tutta la regione

Nuove tariffe del servizio idrico, c'è il via libera dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente alla manovra tariffaria di Umbra Acque per le annualità 2020-2023, di Vus Spa e Sii Scarl.

Si completa così il quadro tariffario regionale per il Servizio idrico integrato che, nel complesso, prevede investimenti in tutta l’Umbria per il quadriennio 2020-2023 di circa 220 milioni di euro così ripartiti: 121 milioni di euro per il gestore Umbra Acque, 51 milioni di euro per il gestore SII e 45 milioni di euro per il gestore Vus.

Le manovre prevedono, inoltre complessivamente, agevolazioni tariffarie per le utenze deboli per 500mila euro all’anno per un totale di 2 milioni euro per il quadriennio tariffario 2020-2023. Tali agevolazioni si sommano ai bonus idrici nazionali già previsti in via automatica dal sistema tariffario.

"L’Umbria è una delle prime regioni italiane ad aver completato per tutti i gestori del servizio idrico gli iter di approvazione delle manovre tariffarie e, se si considera che in queste manovre sono già presenti anche gli investimenti programmati per il Piano acquedotti nazionale e il Recovery Fund, possiamo dire che si candida a essere una delle poche realtà nazionali già pronte ad utilizzare le somme messe a disposizione dall’Unione Europea" ha commentato Antonino Ruggiano, presidente dell’Autorità umbra rifiuti e idrico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento