Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Università per Stranieri nel caos, si dimette la prorettrice Dianella Gambini: "Impossibile andare avanti"

Le dimissioni di un consigliere d'amministrazione bloccano l'attività amministrativa. Nei giorni scorsi contestazioni interne e da parte degli studenti

L’Università per Stranieri di Perugia è, ormai, una nave senza comandante. Nel vero senso della parola, visto che la prorettrice (o rettrice facente funzione) Dianella Gambini, si è dovuta dimettere dopo che un componente del consiglio di amministrazione ha lasciato l’incarico.

“Ho appreso oggi con stupore e rammarico delle dimissioni di un membro del consiglio di amministrazione dell’Università per Stranieri di Perugia – scrive Gambini – L’organo manca ora del necessario numero per la sua valida costituzione. Stante la situazione, l’opera di continuità amministrativa che abbiamo intrapreso, nonostante le oggettive e indiscutibili difficoltà e criticità, diviene impossibile”.

Le difficoltà sono dovute ad un’inchiesta giudiziaria che ha decapitato l’ateneo, con sospensione dalle funzioni della rettrice Grego Bolli e del direttore generale Olivieri (oltre alla sospensione di altri professori e dipendenti) su un presunto giro di appalti truccati e per l’esame di italiano del calciatore Suarez.

“Avrei sinceramente auspicato una maggiore collaborazione interna in ragione del superiore interesse a tutela dell’ateneo e degli studenti dello stesso – prosegue Gambini – cui per primi va il mio costante pensiero, e a beneficio dei quali ho sempre orientato la mia attività, sia come docente sia come prorettrice”.

Sono stati, però, proprio gli studenti (sponda Udu) a chiedere proprio le sue dimissioni non più tardi di due giorni fa. Anche il facente funzione di direttore generale Francesco Lampone che aveva contestato la decisione di portare in capo al consiglio di amministrazione tutti i compiti che spettano al rettore e alla conseguente riorganizzazione attuata dalla prorettrice.

“Prendendo atto della radicale impossibilità di proseguire nei compiti e nelle funzioni che sin qui espletato, ho rassegnato le mie dimissioni da prorettrice al ministro Gaetano Manfredi – conclude Gambini – e ho rimesso a lui ogni determinazione in merito alla guida dell’ateneo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università per Stranieri nel caos, si dimette la prorettrice Dianella Gambini: "Impossibile andare avanti"

PerugiaToday è in caricamento