Attualità

Carceri sovraffollate, suicidi e aggressioni: gli avvocati penalisti in sciopero per tre giorni

La Camera penale di Perugia aderisce all'iniziativa nazionale di protesta e chiede una profonda riforma del sistema

Riforme strutturali, ripensamento dell’intera esecuzione penale, indifferenza della politica di fronte al dramma del sovraffollamento e alla tragedia dei fenomeni suicidari in carcere. Sono i motivi alla base della proclamazione dell’astensione dalle udienze indetta dall’Unione delle Camere penali per i giorni 10, 11e 12 luglio 2024, con convocazione di tutti i presidenti delle Camere penali territoriali e di tutti gli iscritti, alla manifestazione di Roma in piazza dei Santi Apostoli l’11 luglio 2024 dalle ore 14.30.

Secondo l’Unione Camere penali “la situazione del sovraffollamento carcerario appare ingravescente anche in considerazione della legislazione carcerocentrica e securitaria adottata dal Governo, che ha finanche determinato un incremento mai registrato di ingressi nelle Carcere minorili anch’esse poste in condizioni di grande sofferenza con ovvie ricadute sotto il profilo della sicurezza” e che “la stessa magistratura non è disposta a fare ricorso solo in casi veramente eccezionali alla misura della custodia cautelare in carcere, ad applicare in modo esteso le pene sostitutive introdotte dalla riforma Cartabia ed a riconoscere benefici penitenziari sulla base di criteri che tengano conto delle condizioni inumane di detenzione, continuando così a contribuire all’aggravarsi della condizione dei detenuti”.

La scorsa settimana si è tenuta una maratona oratoria davanti al Tribunale penale di Perugia per evidenziare le problematiche che hanno portato alla proclamazione dell'astensione dalle udienze e dalle attività giudiziarie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carceri sovraffollate, suicidi e aggressioni: gli avvocati penalisti in sciopero per tre giorni
PerugiaToday è in caricamento