Attualità

Quando ad Assisi (17 maggio 1986) si lavorava per la Pace e il dialogo fra i popoli. E il mondo era grato alla città serafica

Quando ad Assisi si lavorava per la Pace e il dialogo fra i popoli. E il mondo era grato alla città serafica. Ricordando il 17 maggio 1986. Parliamo di 35 anni fa. Il mondo è cambiato, ma alcuni problemi sono rimasti gli stessi. Oggi più che mai, si leva forte la voce di quanti invocano valori di concordia e umanità. Ci richiama al dovere della memoria l’ex sindaco di Assisi Gianfranco Costa. Mandandoci la documentazione fotografica che racconta un evento di grande significato.

“In foto si vedono gli Ambasciatori di USA ed URSS, convenuti ad Assisi per ringraziare il Centro per la Pace per il ruolo forte, concreto e utile nel sollecitare la ripresa del dialogo fra le due Superpotenze di allora”. Ricorda Costa: “Il 17 maggio 2021, i Cavalieri del Millennio per la Pace, dopo essersi recati a Gerusalemme dal 2001 con delegazioni annuali, sono ancora a chiedere la pace e la concordia fra i popoli”. Rammenta che, anche in passato, sono state poste in essere iniziative di stampo pacifista e adozionia distanza di centinaia di bambini.

Da qui il suo appello: “Se ci sarà pace a Gerusalemme, ci sarà Pace nel Mondo”. Aggiunge e conclude: “Pace continueremo a chiedere alle varie Associazioni israeliane e palestinesi a noi legate, invitandole a continuare a credere nel dialogo”. “Simbolo di questa avvenuta riconciliazione – afferma – sarà il riuscire a portare in armonia due Popoli e due Stati, stabilendo a Gerusalemme una sede permanente delle Nazioni Unite”.

Per buona memoria, richiama un evento memorabile. Proprio nella data del 17 maggio 1986, si tenne un concerto in onore degli Ambasciatori con il Maestro Uto Ughi ed il mitico Coro dei Cantori di Assisi. Un’esperienza da ripetere soprattutto oggi. Per il contenuto valoriale che tornerebbe ad assumere. Se non ora, quando?.

Il Maestro Ughi-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando ad Assisi (17 maggio 1986) si lavorava per la Pace e il dialogo fra i popoli. E il mondo era grato alla città serafica

PerugiaToday è in caricamento