rotate-mobile
Attualità Assisi

Ricordando Pavarotti (a quasi tre lustri dalla scomparsa) e quei 500 milioni donati ai bambini

Ricorda Gianfranco Costa, ex sindaco di Assisi: "Il 6 settembre del 2007 ci lasciava un grandissimo personaggio, un mito della lirica a livello mondiale"

Ricordando Pavarotti (a quasi tre lustri dalla scomparsa) e quei 500 milioni donati ai bambini.

Dice l’ex sindaco della città Serafica Gianfranco Costa: “Il 6 settembre del  2007 ci lasciava un grandissimo personaggio, un mito della lirica a livello mondiale”.

L’hai conosciuto bene?

“Luciano, uno dei dieci tenori più grandi di tutti i tempi, venne nella città di Francesco a fare del bene”.

Cosa ti è rimasto impresso della sua personalità?

“La straordinaria sensibilità, l’apertura verso quanti sono meno fortunati”

Cosa ti piace ricordare?

“Il grande cuore. Quando lo incontrammo per la prima volta, gli esprimemmo tutta l'ammirazione per aver donato cinquecento milioni di lire: una cifra importante anche per lui, abituato a guadagni favolosi”.

A quale scopo quella donazione?

“La somma fu destinata a sovvenire alle esigenze dei bambini della martoriata Sarajevo”.

Di cosa parlaste?

“Più volte si parlò delle sue possibilità di intervento a favore dei bambini”. 

Come si tradusse il proposito?

“Questa azione di sostegno si realizzò compiutamente con ‘Pavarotti and Friends’, organizzato con la seconda moglie Nicoletta Mantovani. Dettero la propria adesione i più grandi artisti del mondo”. 

Ricordi qualche nome?

“Così, a caso, ricordo che Big Luciano duettò con i Queen, George Michael, Steve Wonder, James Brown, Bono, Eric Clapton, Lou Reed, BB King, Sting, Zucchero, Frank Sinatra”. 

Quali iniziative hai intrapreso nell’anniversario della ricorrenza della scomparsa?

“Anche quest'anno, come di consueto, una rosa sulla tua tomba”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricordando Pavarotti (a quasi tre lustri dalla scomparsa) e quei 500 milioni donati ai bambini

PerugiaToday è in caricamento